Turisti spagnoli soccorsi su terreno impervio a Forni di Sopra

La stazione di Forni di Sopra del Soccorso Alpino assieme ai soccorritori della Guardia di Finanza a bordo dell’elicottero della Protezione Civile sono intervenuti questo pomeriggio tra le 13 e le 15 ad una quota di 1900 metri per soccorrere due escursionisti stranieri. A chiedere aiuto erano un uomo e una donna di nazionalità spagnola rispettivamente del 1976 e del 1980 i quali si sono fatti cogliere dal panico dopo avere deviato dalla traccia principale di sentiero che sale dal rifugio Flaiban Pacherini verso la Forcella dell’Inferno.

Salendo verso la forcella hanno sbagliato qualcosa portandosi fuori traccia e salendo su ripidi ghiaioini induriti e rivestiti di ghiaia scivolosa fino ad arrivare a incontrare le rocce a quota 1900. Qui i due si sono fermati perché han capito di aver sbagliato e non riuscendo a trovare una via d’uscita, .sbarrata da un lato dalle rocce, dall’altra dai pini mughi, si sono spaventati chiamando il Nue112. Con sé avevano anche un cane di razza labrador.

Effettivamente la traccia di sentiero presenta anche dei punti in parte dilavati dai recenti nubifragi e questo probabilmente ha portato i due a sbagliare. L’elicottero della Protezione Civile è decollato da Tolmezzo imbarcando personale della Guardia di Finanza e poi del Soccorso Alpino e si è portato in quota cercando di individuare la posizione dei due escursionisti. Una volta individuati, il personale è stato scaricato una sessantina di metri a valle del punto in hovering su un grande masso e da qui i tecnici li hanno raggiunti salendo a piedi e poi li hanno assicurati e calati con le corde in sicurezza fino ad avvicinarli al punto di decollo, imbarcandoli e portandoli a valle assieme al cane.