Riaperta al traffico a tempo di record la strada regionale 465 della Val Pesarina

Dieci giorni di intensi lavori e la strada regionale 465 della Forcella Lavardet in Comune di Prato Carnico, che lo scorso 21 novembre era stata chiusa a causa di un importante cedimento della sede stradale dovuto alle cattive condizioni atmosferiche, è stata riaperta al trafficoUn tempo record se si considera che, dal momento in cui è stata chiusa la strada al km 30+750, Friuli Venezia Giulia Strade ha gestito tutti i rilievi del caso, dichiarato la somma urgenza, pianificato l’intervento e affidato e diretto i lavori di ripristino funzionale, che hanno portato alla riapertura dell’importante arteria stradale a senso unico alternato a fasce orarie già lunedì scorso.

Prima dei lavori

Il cedimento era stato provocato da uno sprofondamento del sottosuolo/corpo stradale dovuto ad un abbassamento, con poi un improvviso collasso, del terreno causato delle fitte piogge ed infiltrazioni provenienti dal versante di monte della strada. Questa settimana sarà istituito il senso unico alternato nell’arco di tutta la giornata e, non appena terminati alcuni lavori di consolidamento e di finitura, sarà ripristinato il regolare e sicuro transito a doppio senso di marcia.

Il costo dell’intervento sarà di oltre 300mila euro ed è consistito principalmente nella demolizione della pavimentazione stradale, nella rimozione e sostituzione di una condotta per acque meteoriche, in diversi scavi e sbancamenti oltre alla realizzazione di un nuovo corpo stradale, alla pavimentazione dello stesso assieme ad altre opere accessorie.

Durante i lavori

“Lavori come questi – commenta il Presidente di Friuli Venezia Giulia Strade Raffaele Fantelli – dimostrano ancora una volta l’importanza e la preparazione di una società come FVG Strade che, grazie alla professionalità e alla preparazione dei propri dipendenti, riesce a riparare una strada seriamente danneggiata dal maltempo riaprendola in soli dieci giorni. Il territorio fragile dell’area montana è sempre più colpito da eventi di questo tipo e per garantire manutenzioni tempestive ed efficaci è necessario un grande sforzo da parte dei tecnici della società e di chi con essi collabora. Un ringraziamento quindi va al direttore generale Sandro Didonè che ha coordinato le operazioni, al Capocentro Alessandra Biondin, al Caponucleo Alessio Vidoni, al sorvegliante Cristian De Franceschi, al responsabile dell’area esercizio Paolo Tassan Zanin, all’impresa e a tutte le maestranze intervenute nonché alla sindaca Erica Gonano che ha costantemente seguito e supportato gli addetti ai lavori. Il nostro compito ed impegno – conclude Fantelli -, soprattutto in montagna, è quello di offrire agli utenti e ai cittadini strade sicure ed anche questa volta FVG Strade si è fatta trovare pronta intervenendo con tempestività, preparazione ed efficacia”.

Commenta con Facebook