Torna il rischio “marcato” per le valanghe sulle montagne del Friuli

E’ marcato (grado 3 su scala di 5) il pericolo di valanghe sulle montagne del Friuli Venezia Giulia, secondo il bollettino regionale. Nel fine settimana sono caduti dai 30 ai 60 centimetri circa di neve su tutto il territorio oltre i 1.500 metri. La neve è scesa fino a circa 1.000 m. ma con spessori ridotti; le quantità maggiori si sono avute sul gruppo del Canin con accumuli complessivi di 70 cm.

Oggi oltre i 1.700 m. sono previste valanghe spontanee di piccole e medie dimensioni a tutte le esposizioni ma in particolare alle esposizioni meridionali; il distacco provocato è possibile anche con debole sovraccarico, anche a causa della tipologia di precipitazione, ricca di neve pallottolare che ha favorito la formazione di strati deboli dentro il manto nevoso. La zona più pericolosa resta quella del massiccio del monte Canin sia per le valanghe spontanee che provocate a causa della maggiore quantità di neve caduta