Socchieve, aggredì con la spranga un carabiniere, condannato a 14 anni

È stato condannato a 14 anni e 3 mesi di reclusione, in primo grado, per tentato omicidio, Mauro Businarolo, un uomo di 51 anni originario di Conegliano, che il 10 aprile dello scorso anno, aggredì in maniera violenta il Brigadiere Capo dei Carabinieri Antonio Baggio, 56 anni, nella sua abitazione di Socchieve. I due avevano un legame di parentela acquisito.

All’epoca armato di una spranga, Businarolo aveva colpito il militare dell’Arma, ferendolo al capo, al tronco e alle braccia. Aveva anche danneggiato pesantemente la sua abitazione e aveva tentato di dare fuoco alla sua auto; era stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

La sentenza è stata pronunciata giovedì mattina nel Tribunale di Udine. Le indagini erano state svolte tempestivamente dai militari del Norm della Compagnia di Tolmezzo, coordinati dal magistrato titolare dell’inchiesta Lucia Terzariol.

La difesa dell’uomo ha annunciato appello: sarà chiesta la derubricazione in lesioni.

Commenta con Facebook