Operazione antidroga in Val Tagliamento, sequestrati due chili e mezzo di marijuana

Mercoledì i militari della compagnia Carabinieri di Tolmezzo, con l’ausilio delle compagnie di Udine, Tarvisio, Cividale e del Nucleo Cinofili Carabinieri di Torreglia (Pd), hanno eseguito 13 decreti di perquisizione locali per la ricerca di droga nell’ambito di un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine che ha interessato più comuni della Val Tagliamento.

L’indagine è scaturita da un’attività info-investigativa svolta dalla Stazione Carabinieri di Ampezzo, che lo scorso 21 giugno aveva portato all’arresto di Mario Candotti, trovato in possesso di circa 10 grammi di eroina e 17 grammi di marijuana, suddivisi in dosi e destinati allo spaccio ad Ampezzo.
L’attività investigativa condotta dai Carabinieri della Compagnia di Tolmezzo ha portato il 6 luglio ad un secondo arresto a carico di altri due uomini residenti nella vallata, i quali all’uscita del casello di Amaro hanno speronato l’auto dei Carabinieri che stavano cercando di fermali, venendo bloccati dopo un concitato inseguimento. In questa occasione i militari hanno rinvenuto circa 15 grammi di stupefacente fra cocaina e anfetamina.
L’operazione condotta mercoledì, che ha visto coinvolti circa 40 Carabinieri supportati da due unità cinofile che hanno eseguito tredici decreti di perquisizione locale, ha permesso di rinvenire quasi due chili e mezzo di marijuana. Nel contesto sono stati deferiti a piede libero dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine tre persone (un uomo e due donne del luogo) per il reato di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, e altre due persone (un 50enne e una 40enne) per il reato di favoreggiamento personale.
A seguito degli accertamenti eseguiti, i militari della stazione di Ampezzo hanno segnalato alla Prefettura di Udine 9 persone quali assuntori abituali di sostanze stupafacenti.

Commenta con Facebook