I legali del boss deceduto a Tolmezzo chiederanno la cartella clinica

Il questore di Vibo Valentia Filippo Bonfiglio ha disposto che i funerali del boss Pantalone Mancuso, alias «Vetrinetta», deceduto a causa di un male incurabile la notte tra sabato e domenica all’Ospedale di Tolmezzo, si celebrino in forma privata all’alba di domani, con inizio alle ore 6, nel cimitero di Limbadi.

Una breve cerimonia verrà officiata dal parroco, quindi ci sarà la sepoltura della salma che è in viaggio in queste ore verso il paese. Nei giorni scorsi il gip di Catanzaro aveva negato la scarcerazione per motivi di salute avanzata dai legali Leopoldo Marchese e Gianfranco Giunta che hanno manifestato l’intenzione chiedere l’acquisizione della cartella clinica del defunto boss da parte della Procura di Udine visto che Mancuso era recluso nel carcere di Tolmezzo. I legali avevano chiesto che Mancuso fosse trasferito nel presidio ospedaliero della città friulana a causa del peggiorare delle sue condizioni di salute.