Due nigeriani richiedenti asilo residenti a Tolmezzo e Socchieve nei guai per spaccio di droga

Ieri pomeriggio personale del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Tolmezzo, a conclusione di mirata attività finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti delegata dalla Procura della Repubblica di Udine, ha deferito in stato di libertà per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso ed estorsione, un 33enne, nigeriano, richiedente asilo, domiciliato a Tolmezzo.

Nel corso di  una perquisizione effettuata a carico dell’uomo, è stato rinvenuto infatti un cellulare munito di scheda SIM intestata alla madre convivente di un minore residente a Tarvisio, che risultava essere provento di attività estorsiva posta in essere verso la metà del mese di dicembre 2018 per il mancato pagamento della somma di 500 euro a fronte della cessione a quest’ultimo di 50 grammi di marijuana.

Nell’ambito di tale vicenda, è stato accertato anche il coinvolgimento di un altro nigeriano, 32enne, richiedente asilo, domiciliato a Socchieve, che è stato a sua volta deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per concorso nel reato di spaccio di sostanze stupefacenti in danno di minore.

 

Commenta con Facebook

11 pensieri riguardo “Due nigeriani richiedenti asilo residenti a Tolmezzo e Socchieve nei guai per spaccio di droga

  • 19 Marzo 2019 in 10:39
    Permalink

    Tutto questo grazie ai BUONISTI DI SINISTRA….VERGOGNA…

  • 19 Marzo 2019 in 12:06
    Permalink

    … Ale, sono gli effetti dell’integrazione e della collaborazione .
    Guai peró a pensar male perché alle “risorse” bisogna continuare a dar fiducia a oltranza fino a quando ci si accorgerà che sarà troppo tardi per rimediare ..

    • 19 Marzo 2019 in 16:23
      Permalink

      È bello vedere come la gente si accorga che i giovani fumano e che ci sia spaccio in giro quando vengo beccati dei migranti. Sveglia! In italia mafia, camorra, ‘ndrangheta, sacra corona unita e criminalità organizzata varia è da decenni che fa affari con lo spaccio locale e internazionale. Quella è solo manovalanza. Gli italiani ormai non si sporcano più le mani. Sono diventati i “colletti bianchi” del malaffare, I mandanti!

      • 19 Marzo 2019 in 17:56
        Permalink

        Avevamo abbastanza dei nostri delinquenti….e adesso dobbiamo prenderci pure sti stronzi emigrati… .

        • 20 Marzo 2019 in 11:59
          Permalink

          Caro Ale, “‘sti stronzi emigrati” sono gli stessi che raccolgono i pomodori per la tua pastasciutta (a 5 euro al giorno), che stanno costruendo la terza corsia dell’autostrada A4, le badanti…
          Le basta? Ragioni e distingua prima di generalizzare.
          Buono studio e buona giornata.

  • 20 Marzo 2019 in 21:08
    Permalink

    Sei di sinistra.. …abbiamo già
    i nostrii delinquenti italiani.. dobbiamo caricarci di sti bastardi..e il senegalese di oggi…il pullman di bambini…sti SINISTROIDI….non capiscono …un casso…

    • 21 Marzo 2019 in 11:04
      Permalink

      Caro Ale, lei ha problemi di comprensione.
      Non capisce che i delinquenti (neri, bianchi gialli, eterosessuali o gay che siano) vanno messi in galera.

      • 21 Marzo 2019 in 13:21
        Permalink

        Lei non ha capito che ci stanno INVADENDO….non piangete dopo…

        • 21 Marzo 2019 in 14:19
          Permalink

          Si documenti non c’è una invasione in atto! Forse questo avviene nella sua testa.

          • 22 Marzo 2019 in 8:11
            Permalink

            Il solito comunista….

      • 21 Marzo 2019 in 13:28
        Permalink

        Il problema sarà x chi a figlie….con questa invasione…di maschi che prima o poi dovranno sfogare gli ormoni..

I commenti sono chiusi