Amatriciana per Amatrice, dai sindaci carnici e da Cadunea ottima risposta

“Pelle d’oca oggi a Cadunea di Tolmezzo. Centinaia, sicuro più di metà di mille persone hanno messo soldi per l’amatriciana che abbiamo servito noi sindaci della Carnia! Scopo: tirar su fondi per progetto concreto a favore dei terremotati. I conti di quanto abbiamo raccolto li faremo nei prossimi giorni”. Inizia così il post scritto dal sindaco di Tolmezzo, Francesco Brollo, sulla sua pagina Facebook, per esaltare la raccolta fondi promossa sabato a Cadunea, così come era stato fatto venerdì anche a Gemona del Friuli.

amatriciana cadunea1“I conti dell’emozione per la partecipazione li facciamo adesso però – aggiunge – dalle meravigliose e insostituibili cuoche e volontari del Circolo culturale di Cadunea ai sindaci che hanno fatto servizio, da chi ha donato la materia prima come Wolf o Valter Cignino a chi ha dato musica e voce come Pietro Berti e Marco Angileri, da chi ha messo muscoli e panche come Marco Maieron ai tantissimissimi che hanno donato del proprio a cominciare da chi ha scelto di venire apposta qui a pranzo per aiutare chi ha bisogno, a chi ha lavorato dietro le quinte come Mario Mazzolini o a chi ha dipinto un immagine simbolo che ritrae l’orologio sulla torre di amatrice come Tamara Busolini. Quando c’è bisogno questa nostra comunità di montagna è presente! Orgoglioso di appartenervi” ha concluso il sindaco.

Da segnalare inoltre il successo anche dell’iniziativa “Un’amatriciana per Amatrice” ad Alesso di Trasaghis, alla quale hanno preso parte 360 persone, con 3800 euro raccolti.