San Daniele, nuovo colpo alla Mabi: sfondano il cancello, distruggono il caveau e si portano via la merce

Nuovo maxi furto alla Mabi international Spa di San Daniele del Friuli. Nella notte una banda di malviventi ha assaltato la sede dell’azienda di pelletteria di alta gamma situata in Via Jacopo Pirona, nella cittadina collinare.

Attorno alle ore 3.00 alla Centrale Operativa CVN del Corpo Vigili Notturni è arrivata la segnalazione dall’impianto di videosorveglianza della presenza di alcune persone ferme all’interno della proprietà. Immediatamente sul posto si è recata la Guardia giurata di Zona, competente per territorio, appurando che era in corso un furto; allertata immediatamente tramite il “N.U.E” la Sala Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Udine, alla quale è stata fornita una sommaria descrizione dell’accaduto.

I malviventi sono però riusciti a fuggire dopo aver caricato la merce sottratta in un furgone, prima dell’arrivo dei militari dell’arma.

Dalla verifica interna effettuata congiuntamente con il titolare dell’azienda giunto sul posto e le forze dell’ordine è emerso che il cancello carraio di ingresso dell’azienda è stato sfondato, il portone del magazzino spaccato e all’interno dell’azienda la porta del caveau è stata distrutta con una grossa quantità di merce sottratta.

Già nel recente passato l’azienda sandanielese era stata presa più volte di mira dai ladri, almeno sette i colpi tra tentati e riusciti negli ultimi sei anni. Nell’aprile scorso i carabinieri di Monza con una operazione congiunta erano riusciti a disarticolare una banda che aveva colpito anche a San Daniele. Evidentemente altri malviventi hanno iniziato ad imitarli.