Paola Romanin e Anna Finizio regine della Transcivetta Karpos

Dopo due stagioni di stop a causa dell’emergenza sanitaria, è tornata la Transcivetta Karpos, una delle gare di corsa in montagna di maggior tradizione e dalla particolarità unica, considerato il fatto che si corre a coppie.

Paola Romanin (in primo piano) e Anna Finizio (alle sue spalle)

Oltre 700 le squadre che si sono sfidate, in una giornata di grande caldo, lungo lo spettacolare tracciato di 23 chilometri che unisce Listolade (Comune di Taibon Agordino) ai Piani di Pezzè di Alleghe. 1950 metri di dislivello positivo e 870 di dislivello negativo, correndo su e giù per i sentieri ai piedi della maestosa parete del Civetta, toccando i rifugi Capanna Trieste, Vazzoler, Tissi e Coldai. Tanta gente lungo il tracciato a incitare gli atleti, in particolare sulle “rampe” di Forcella Col Negro e di Forcella Coldai dove i concorrenti sono stati accolti da una vera e propria “torcida”.

Ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della Transcivetta 2022 al femminile è stata la coppia formata da Paola Romanin ed Anna Finizio (3h00’29”) del Team Aldo Moro Paluzza. Al secondo posto Anna Gubiani e Martina Ottogalli dell’Atletica Buja/Nord Est, che hanno preceduto al fotofinish un’altra coppia dell’Aldo Moro, formata da Jaska Martin ed Alice Cescutti.

Tra i maschi si sono imposti i bellunesi Enrico Bonati e Gianpietro Barattin, al primo successo nella manifestazione, hanno terminato la propria fatica in 2h15’08”, staccando di tre minuti la coppia bellunese-trevigiana formata da Eddj Nani e Luca Fabris. A completare il podio Giuseppe Della Mea e Michele Sulli del Team Aldo Moro Paluzza.

(in copertina il podio femminile tutto friulano)