Paesaggi e vivibilità in primo piano alla Summer School Dolomiti Unesco

Solo una rete interconnessa di portatori d’interesse può dare alla montagna lo  slancio di cui ha bisogno per proiettarsi nel futuro: è questa la filosofia con cui la Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Comunità di montagna della  Carnia e la Fondazione Dolomiti UNESCO organizza l’edizione 2021 della Summer School Dolomiti UNESCO. 

Tre giorni di dibattiti, talk e tavole rotonde attendono i partecipanti della quinta edizione, intitolata “Paesaggi e vivibilità: percezione, progettazione, governance”, in  programma il 14, 15 e 16 ottobre tra Forni di Sopra e Tolmezzo. Gli incontri  toccheranno temi variegati, tenuti insieme dal fil rouge della cultura del paesaggio e  della sua gestione: l’arte legata ai paesaggi montani, lo sviluppo locale, i limiti e le  opportunità dell’innovazione in montagna sono solo alcuni degli argomenti che  verranno affrontati dai relatori. 

Il percorso è ad accesso libero e gratuito, e si rivolge ad un ampio pubblico: è aperto ad amministratori, tecnici, liberi professionisti, rappresentanti di aziende di promozione turistica, associazioni, operatori economici, studenti e, più in generale, persone interessate ai territori delle Dolomiti UNESCO. 

“Nel corso della manifestazione si andrà a fondo nel concetto di paesaggio e nella sua percezione, oltre che nell’analisi della governance di territori complessi come  quelli del Bene Dolomiti UNESCO – ha ricordato l’assessore regionale alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti, vicepresidente della Fondazione -.  L’occasione sarà propizia per confrontarsi con esperti e studiosi sul rapporto tra i paesaggi montani e chi li abita, approfondendo i temi dello spopolamento della montagna ma anche analizzando nuove esperienze di sviluppo locale”.  

A margine della tre giorni di incontri tematici, ci sarà spazio anche per degli eventi correlati in collaborazione con “Leggimontagna” 2021: giovedì 14 a Forni di Sopra per lo spettacolo teatrale “I guardiani del Nanga”, che porta sul palco le storie di  sette spedizioni alpinistiche. Venerdì 15 a Tolmezzo verrà consegnato il premio speciale Giulio Magrini per le politiche in favore della montagna, mentre sabato 16 sarà il turno di un dialogo con i vincitori dei premi della diciannovesima edizione di  “Leggimontagna”, un momento di riflessione e confronto sulla scrittura di montagna che vede coinvolti numerosi autori e prestigiose case editrici. 

Verrà consegnato anche il Premio Speciale “Dolomiti patrimonio mondiale  UNESCO – Leggimontagna”, riconoscimento promosso dalla stessa Fondazione.

Programma Summer School Dolomiti UNESCO

Di LeggiMontagna e della Summer School Dolomiti Unesco si è parlato a RadioAttiva“, la trasmissione di Radio Studio Nord condotta da Cristian Comelli in onda da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, con Adriana Stroili e Pierpaolo Zanchetta.
Proponiamo audio e video.