Ritorna il Premio “Leggimontagna” nel ricordo di Giovanni Anziutti

Da giovedì 14 a sabato 16 ottobre si svolgerà il Premio Letterario “Leggimontagna”, imperniato su tre sezioni, ovvero narrativa, saggistica e inediti.

La 19a edizione propone un momento di riflessione e confronto sulla scrittura di montagna che vede coinvolti numerosi autori e prestigiose case editrici.
Ardua è stata la scelta dei vincitori tra le opere di quest’anno, molto apprezzate dai giurati. Con argomenti e stili diversi, con la montagna come filo conduttore, i titoli a concorso compongono un ottimo panorama dell’editoria del settore.
Leggimontagna è un’occasione per dialogare con i vincitori dei premi delle tre sezioni e del Premio Speciale “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO – Leggimontagna”, attribuito a un’opera di saggistica che testimoni i valori universali riconosciuti da UNESCO e rifletta la filosofia di azione della Fondazione Dolomiti UNESCO.
Non solo premiazioni: a Forni di Sopra è previsto lo spettacolo teatrale “I Guardiani del Nanga”, dedicato a sette grandi storie di alpinismo sul Nanga Parbat, mentre a Tolmezzo ci sarà una serata che assegnerà il Premio Speciale Giulio Magrini per le politiche a favore della montagna.

Leggimontagna condivide il percorso culturale della “Summer School Dolomiti UNESCO – Paesaggi e vivibilità: percezione, progettazione,
governance”, che si svolgerà nelle stesse giornate alla Ciasa dai Fornés di Forni di Sopra per concludersi a Tolmezzo.

A pochi giorni dal fatale incidente in montagna verrà poi ricordato Giovanni Anziutti, alpinista esperto, innamorato delle montagne, da 50 anni socio della Sezione CAI di Forni di Sopra e da quest’anno anche consigliere, componente molto attivo del Consiglio Direttivo del CAI regionale per un lungo periodo, impegnato da sempre nel volontariato. Infaticabile presidente dell’ASCA (l’Associazione delle Sezioni CAI di Carnia – Canal del Ferro – Val Canale) che organizza Leggimontagna e Cortomontagna, si è sempre speso con generosità, entusiasmo, trasparenza di intenti e di azioni, obiettivi precisi per la causa della montagna.

GLI APPUNTAMENTI

Giovedì 14 ottobre alle ore 20.30 alla Ciasa dai Fornés di Forni di Sopra, “I guardiani del Nanga, spettacolo teatrale scritto da Gioia Battista, interpretato da Nicola Ciaffoni e diretto da Stefano Scherini. La produzione è Mitmacher e Botëghes Lagazoi, in collaborazione con il Teatro del Carretto.
Sette storie di sette spedizioni alpinistiche sul Nanga Parbat, dal primo tentativo di Mummery del 1895, alla spedizione di Willy Merkl, all’ascesa dei fratelli Messner, a Delgado, a Unterkircher, fino alle spedizioni dei giorni nostri di Tomek Mackiewicz e Daniele Nardi. Sono molti i ‘guardiani del Nanga’ che non hanno fatto ritorno nel tentativo di raggiungere la vetta. Lo spettacolo, oltre alle storie di questi grandi protagonisti, rappresenta la scalata immaginaria, con la passione, i conflitti, la tenacia che muovono ogni alpinista. Riflessioni della giornalista Giuliana Tonut con Gioia Battista e Nicola Ciaffoni a fine spettacolo.

Venerdì 15 ottobre alle ore 21 al Teatro comunale Luigi Candoni di Tolmezzo la prima edizione del “Premio speciale Giulio Magrini per le politiche in favore della montagna”, serata dedicata a Giulio Magrini e alla sua passione sconfinata per la montagna. Il suo impegno politico, sociale, culturale verrà ricordato discutendo i progetti che oggi si stanno realizzando in favore delle terre alte friulane. Un particolare riconoscimento verrà conferito all’iniziativa o all’opera che più rispecchi il pensiero di Magrini. Presenta la giornalista Francesca Spangaro.

Sabato 16 ottobre alle 15.30, sempre al “Candoni” e con la presentazione di Francesca Spangaro, la cerimonia conclusiva di Leggimontagna, dedicata a Giovanni Anziutti, con il Premio speciale Fondazione Dolomiti UNESCO e il Riconoscimento all’Amico Alpinista 2021.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria, da effettuare compilando, per ogni singolo evento, il modulo disponibile sul sito www.leggimontagna.it (pulsante “prenotazione eventi” in home page). Diretta dalla pagina Facebook di Leggimontagna del Premio Magrini e della cerimonia conclusiva di
Leggimontagna. Si consiglia di presentarsi agli appuntamenti con almeno 30 minuti di anticipo. Sarà possibile accedere senza prenotazione solo se ci saranno ancora posti disponibili e dopo aver compilato la scheda con i dati essenziali per la reperibilità.
Nel rispetto delle disposizioni anti-Covid-19 in vigore, l’accesso alle sale è consentito previa esibizione del green pass e fino al raggiungimento del numero massimo di persone stabilito. In sala è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherina) e mantenere la distanza di sicurezza.

(in copertina Giovanni Anziutti alla cerimonia conclusiva 2019)