Jack è tornato a casa, individuati altri bocconi avvelenati a Ovaro

Jack, il cane soccorritore razza australian kelpie avvelenato qualche giorno fa a Chialina di Ovaro, è definitivamente fuori pericolo ed è rientrato dai suoi cari. Ora per un mese dovrà fare una cura riabilitativa per recuperare appieno le energie. E’ stato dimesso giovedì pomeriggio dalla clinica veterinaria di San Marco di Veggiano (PD). I bocconi avvelenati contenevano lumachicida e topicida mescolati assieme.

Oggi invece il suo conduttore della stazione di Forni Avoltri del Soccorso Alpino Daniele Mozzi ha partecipato, assieme al Corpo forestale regionale e ad un cane per la ricerca antiveleni proveniente dalla provincia di Belluno, alla ricerca sul terreno di altri eventuali bocconi avvelenati.

La ricerca ha dato esito positivo, con il ritrovamento di altri bocconi e ora faranno seguito ulteriori indagini del Corpo forestale regionale.

Daniele Mozzi desidera ringraziare tutti per le centinaia di messaggi di incoraggiamento e le dimostrazioni di affetto pervenute.