Il sindaco di Resia Anna Micelli: «È arrivato il tempo di dire “Grazie”»

Riceviamo dal sindaco di Resia Anna Micelli e pubblichiamo.

E arriva il tempo di dire grazie.

Grazie ai Volontari della Protezione civile regionale, in particolare a quelli della nostra squadra, che non si sono risparmiati comprendendo la difficoltà della popolazione.

Grazie ai Vigili del fuoco, che con la loro divisa hanno contenuto ansie e paure, perché pur in una situazione difficile la loro presenza e professionalità porta sempre a trovare soluzioni ai problemi.

Grazie al personale del corpo forestale, in particolare ai componenti di quello di Resia, che con il loro lavoro hanno permesso di contenere l’incendio e poi arrivare allo spegnimento dello stesso.

Grazie alla macchina organizzativa della Protezione civile regionale, all’assessore regionale Riccardi, al direttore Aristei, al vice presidente del Consiglio regionale Mazzolini, ai funzionari che si sono messi a disposizione per la realizzazione della pista alternativa nel Resia insieme alle imprese e ai loro uomini che hanno movimentato mezzi e uomini senza risparmiarsi.

L’abbraccio fra il vicegovernatore regionale Riccardi e il sindaco Micelli

Grazie all’ente di decentramento regionale, che ancora dovrà aiutarci a ripristinare in sicurezza la viabilità sulla ex Sp 42 in vista dell’ autunno.

Grazie agli uomini della ditta, che dal primo giorno hanno lavorato con l’incendio sopra la testa per posizionare le reti di protezione per garantire in maggior sicurezza il transito delle scorte tecniche e dei mezzi di soccorso.

Grazie ai Carabinieri e a chi fa parte delle forze dell’ordine, che si è messo a disposizione in valle.

Grazie agli agenti di Polizia municipale, che hanno garantito assistenza ed informazioni.

Grazie al personale delle ambulanze, che non ha avuto paura di entrare con scorta al seguito per dare assistenza alla nostra gente.

Grazie agli operatori del servizio infermieristico domiciliare e a quelli del servizio sociale, che si sono messi a disposizione.

Grazie agli operatori del Cafc per la gestione dell’ emergenza idrica in valle, nonché a quelli della Net per i rifiuti,

Grazie allo staff dei dipendenti comunali, che hanno fatto da filtro in tante occasioni, al nostro farmacista e al dottor della Siega, alla maggior parte della nostra gente che ha avuto la pazienza e la comprensione necessarie in una situazione così difficile e complicata.

Grazie all’umanità di tutti i soccorritori, che ho sentito viva in ogni singolo momento della gestione dell’emergenza.

Grazie a chi da fuori ci ha sostenuto tifando per la grande famiglia resiana, che anche in questa occasione ha mostrato tutte le sue caratteristiche sia quelle belle sia quelle meno belle.

Un grazie al prefetto di Udine Marchesiello e al Comandante dei Vigili del fuoco di Udine Basile, che mi hanno ascoltato nella mia necessità e volontà di dare una risposta ai bisogni dei cittadini.

Grazie ai miei ragazzi dell’amministrazione, che si sono messi a disposizione con umanità e gentilezza.

Un unico rammarico è per chi (e ne abbiamo avute di situazioni) non si è comportato correttamente, mettendo a repentaglio le operazioni di soccorso e di assistenza. Ne risponderanno nei dovuti modi, in primis alla loro coscienza.

Ricordiamoci che la viabilità alternativa è solo un prima soluzione provvisoria al problema sulla ex provinciale 42 causato dall’incendio e che è responsabilità di tutti, residenti e non, utilizzarla al meglio.

Ancora grazie.

ANNA MICELLI
Sindaco di Resia