Elezioni Tolmezzo, l’appello al voto di Fabiola De Martino

Riceviamo dal candidato sindaco di Tolmezzo Fabiola De Martino e pubblichiamo.

Dopo questo bellissimo percorso di campagna elettorale mi permetto anche io un ultimo appello al voto: Il mio appello è per una Tolmezzo libera, per la prima volta, da ingerenze esterne che troppo spesso hanno visto la nostra città come un bene da predare e consumare, senza lasciare nulla.

E’ l’appello di chi ritiene che i problemi da affrontare siano le famiglie da sostenere, il lavoro da favorire – sia per le aziende che per i ragazzi che devono formarsi -, la sanità da difendere in modo credibile e non ideologico, la scuola da innovare e una terra da far conoscere, passando per la manutenzione e la cura della città.
L’appello di chi ha trovato un Comune con un debito di oltre 10 milioni di euro e in 7 anni ha portato quel debito a 4 milioni, sanando i conti senza pesare sui cittadini ma facendo economie.
L’appello di chi ha investito 23 milioni in opere pubbliche, di cui 13 milioni nei plessi scolastici, per scuole sicure, efficienti e rinnovate; 5 milioni in sicurezza idrogeologica, ampliamento cimitero, realizzazione palazzetto dello sport e rinnovo centro disabili di via aldo moro.
L’appello di chi ha gestito e organizzato il giro d’Italia, il Raduno Triveneto Alpini, i mondiali di deltaplano, di trial e tutti gli altri grandi momenti che hanno coinvolto la nostra Tolmezzo.
Non da ultimo, l’appello di chi allo scoppiare di una pandemia, di fronte alla paura e all’incertezza di una malattia nuova che, non lo nascondiamo, ha colpito anche profondamente molti di noi, è rimasto a lottare, per avere tamponi, vaccini, appartamenti per gli infermieri, mascherine, spese portate a casa delle persone positive ecc. Non abbiamo mai mollato.
Fino all’ultimo giorno, fino alle ultime 4 domande presentate per il PNRR (caserma Cantore, Pissebus, roggia e illuminazione pubblica a led) e tutte approvate.
L’appello di chi alle chiacchiere risponde con numeri e fatti.
Cos’è la destra? E cos’è la sinistra? Quando c’è da lavorare ci si tira su le maniche e si lavora, testa bassa, che non c’è troppo tempo per le filosofie. Siamo gente concreta.
Sappiamo che è un progetto ambizioso proporci senza partiti, ma la città ha bisogno di persone, non di simboli e sfilate.
Tolmezzo vale molto di più della processione che si vede solo sotto elezioni.
Tolmezzo è di chi c’è sempre stato, al suo fianco, in ogni difficoltà: bene? male? Questo lo decideranno i cittadini.
Noi siamo quelli che sono rimasti, noi siamo quelli che sarebbero ancora lì, insieme con voi.
Per questo motivo non vi chiedo genericamente il voto, vi chiedo, da donna libera, di riconoscervi in me e di permettermi di rappresentarvi, di rappresentare cittadini liberi che con dignità e coraggio, due tra le doti più speciali della gente carnica, si riappropriano dell’amministrazione della loro città senza permettere che ulteriori ingerenze esterne decidano al posto nostro: io ci sono, insieme possiamo farlo.
Per questo motivo vi diciamo: per favore, andate a votare, perché per noi il vostro voto conta e siamo qui soprattutto per questo. Per dirvi che se vorrete, restiamo al vostro fianco.
.
FABIOLA DE MARTINO