Campionati Italiani di ciclocross, pronti anche i piani alternativi

L’organizzazione dei Campionati Italiani di Ciclocross in programma i prossimi 9 e 10 gennaio 2016, non vuole brutte sorprese ed è pronta a mettere in campo un “piano B” in grado di assicurare in ogni caso l’assegnazione dei tricolori.

A studiarlo è stato lo staff della Asd DP66, promotrice dell’evento, che, come da indicazioni ricevute dalla Struttura Tecnica della FCI, ha già visionato e predisposto le alternative a Monte Prat: in caso di innevamento del circuito tricolore, ci si potrà spostare a Variano di Basiliano sul tracciato che già nel 1995 ospitò una prova di Coppa del Mondo. Un anello rodato e con tutti i servizi che necessitano in occasione di una prova nazionale.

Se poi anche il “piano B” dovesse subire problematiche legate all’inclemenza del meteo, a disposizione degli organizzatori anche il “piano C” che prevede il rapido allestimento del circuito di Buia, dove, ormai da un decennio, si corre una apprezzata e spettacolare gara di ciclocross.

Tutti, dunque, con il naso all’insù e sui siti specializzati a controllare, seppur manchi ancora poco più di un mese, le previsioni meteo per i primi giorni del mese di gennaio 2016.

Non mancano, comunque, i precedenti favorevoli: lo scorso anno, sempre nel mese di gennaio, in occasione del test-event, il tracciato di Monte Prat, seppur innevato, permise il perfetto svolgimento di tutte le gare in programma grazie ad una splendida di sole. Una prova praticamente perfetta, che potrebbe ripetersi anche tra un mese in occasione dei Campionati Italiani. Monte Prat, infatti, situato ad una altitudine di poco più di 800 metri, è un piccolo altipiano che mantiene una temperatura costante in tutta l’area, rivelandosi ideale per gare di ciclocross e mountain bike.