Boschetti (Lega): «No a strumentalizzazioni sulla Rsa di Tolmezzo»

“Non si facciano strumentalizzazioni sulla Rsa di Tolmezzo e della Carnia: fare programmi in questo momento è azzardato per tutti, soprattutto considerando il nuovo aumento di casi Covid”.

Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Luca Boschetti (Lega), che aggiunge: “In risposta alle polemiche sollevate da Mariagrazia Santoro (Pd) e del sindaco di Paluzza, Massimo Mentil, credo sia necessario lasciar lavorare gli uffici dell’Asufc e la Regione poiché, entro breve, valuteranno se sussistono le condizioni di efficienza e di sicurezza per la riapertura della RSA”.

“So benissimo che la Rsa di Tolmezzo rappresenta un servizio fondamentale per il territorio, però è opportuno non fare strumentalizzazioni proprio per la finalità che essa rappresenta”.

“La carenza del personale – prosegue Boschetti – era nota anche alla precedente Amministrazione regionale ed è chiaro che con la pandemia è esplosa, ma ora la Regione si sta adoperando per delle assunzioni, ben sapendo che professionalità come queste non sono facili da trovare”.

“Inoltre – conclude il leghista – la Giunta regionale sin dallo scorso anno ha posto in opera misure economiche importanti a favore delle case di riposo per i costi sostenuti a seguito dell’emergenza Covid e ora per l’aumento di quelli energetici. Pertanto si pensi a chiudere la strategia delle aree interne, prima dei progetti iniziati ancora dall’ex presidente Debora Serracchiani”.