Alessandro Pittin vuole un altro podio olimpico – AUDIO

di BRUNO TAVOSANIS

La prima volta fu a Torino 2006, quando nel giorno del suo sedicesimo compleanno fu in assoluto il primo atleta in gara di quell’edizione dei Giochi Olimpici.

Poi arrivò lo storico bronzo di Vancouver 2010, impresa mai riuscita nella storia ad un combinatista italiano.

Quindi Sochi 2014, con un altro terzo posto sfuggito solo in volata (finì quarto).

Ora Alessandro Pittin cala il poker a PyeongChang 2018, l’Olimpiade coreana al via ufficialmente venerdì alle 12 con la cerimonia inaugurale, ma che sta già proponendo i primi allenamenti ufficiali.

Proponiamo l’audiointervista con il campione di Cercivento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *