A San Daniele l’arte che ha celebrato Eddy Merckx nel tempo

San Daniele del Friuli, nell’ambito della rassegna WeLikeBike, giunta alla sua quarta edizione, celebra Eddy Merckx a 50 anni dal suo anno d’oro, il 1972. Dopo aver dato spazio ai Musei del Ciclismo Italiani, alla Mercatone Uno di Marco Pantani, a una mostra sul patrono del Giro d’Italia Vincenzo Torriani e a una sui modellini di auto legati al mondo del ciclismo del collezionista milanese Giancarlo Pietra, quest’anno WeLikeBike ci offre uno spaccato inedito di quanto l’arte è stata affascinata dal cosiddetto ‘Cannibale’ del Ciclismo.

Campionati del Mondo 1982 – Elite – Goodwood (GBR) 275 km – 05/09/1982 – Giuseppe Saronni (ITA) – photo Bettini/BettiniPhoto©2000

A palazzo Masetti De Concina, nel cuore del centro storico sandanielese, a partire dal 26 agosto (inaugurazione alle ore 17.00 e poi durante tutta la durata dei quattro giorni di Aria di Friuli Venezia Giulia) si potranno vedere i lavori dei famosi fumettisti italiani Franco Bruna, Marino Guargaglini, Bruno Prosdocimi e Mario Uggeri che, con i loro inconfondibili segni, hanno celebrato Eddy Merckx negli anni Settanta. Ma l’esposizione sandanielese sarà anche l’occasione per scoprire quanto il grande ciclista belga abbia ispirato autori di comics attuali, sia italiani, come Riccardo Guasco e Carlo Baffi, sia stranieri, quali lo spagnolo Miguel Soro, il tedesco Horst Brozy e il francese Christian Guillame Teel.

Ma sarà possibile anche scoprire il meraviglioso e poco conosciuto mondo dei diorama, grazie all’opera di uno dei migliori artigiani del settore, Corrado Monfardini. E poi non mancheranno i pezzi originali appartenuti al più grande campione di ciclismo, quali biciclette, trofei e magliette, provenienti da tutti i musei del ciclismo italiani (fra gli altri, Madonna del Ghisallo, Cesiomaggiore, Tino Sana), e da collezioni private, con pezzi mai visti prima d’ora in una esposizione pubblica. Ma la mostra dedicata a Eddy Merckx non sarà sola: accanto a lei una settantina di foto, buona parte inedite, provenienti dalla collezione privata del ciclista e dalla più nota agenzia di ciclismo al mondo, Photo Bettini, di Beppe Saronni, nel quarantesimo anniversario della sua vittoria al mondiale di Goodwood (Gran Bretagna). In occasione dell’apertura della mostra, il 26 agosto, in serata, alle 20.30, al Cinema Splendor, Beppe Saronni sarà protagonista di un faccia a faccia con Beppe Conti, per la presentazione (la prima in Italia) del libro che il giornalista piemontese ha dedicato al grande ciclista lombardo.