Villa Santina, arrestato 50enne protagonista di minacce e violenza

Il Corpo di Polizia Locale dell’Unione della Carnia ha recentemente arrestato un cinquantenne con l’accusa di essere responsabile di resistenza, minaccia, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale. È accaduto tutto nel tardo pomeriggio di pochi giorni fa, all’interno del “Bar Moderno” nel centro di Villa Santina. Si tratta di uomo con precedenti.

Il corpo di polizia è intervenuto a seguito della richiesta dei dipendenti del bar per ripetuti episodi di disturbo al personale e ai clienti da parte di un uomo in evidente stato di ebrezza. Giunti sul posto, gli agenti hanno identificato il soggetto, che continuava imperterrito nella sua attività di insulto e minaccia.

La persona, per evitare le conseguenze del suo comportamento, ha rifiutato di farsi identificare colpendo un Agente di Polizia Locale. Vista la situazione critica, il corpo di polizia ha richiesto anche un intervento sanitario chiamando l’ambulanza. L’uomo, per tutta risposta, non si è calmato, ma ha continuato ad aggredire verbalmente e, a tentativi, anche fisicamente i paramedici.

Vista la resistenza del soggetto, gli agenti l’hanno portato in sede per l’identificazione di rito. Anche in questa occasione l’uomo ha continuato imperterrito con minacce, offese e tentativi di violenza, costringendo gli agenti ad arrestarlo per tutti i reati commessi. L’individuo è stato così posto in custodia presso la cella di sicurezza del comando della Compagnia Carabinieri di Tolmezzo.

Nella mattinata successiva, il pubblico Ministero ha convalidato l’arresto, disponendo contestualmente, in attesa del completamento delle indagini, la liberazione dello stesso, che passati gli effetti dell’alcool si era calmato.

Commenta con Facebook