Venzone, lite tra vicini e spunta anche un nunchaku

Dissidio tra vicini a Venzone nella serata di lunedì 29 agosto. La lite è culminata nel danneggiamento di un’auto e sono intervenuti i carabinieri, denunciando un 52enne del posto per l’ipotesi di reato di “possesso di oggetti atti a offendere”.

A richiedere l’intervento delle forze dell’ordine era stata una sua vicina di casa, una donna di circa quarant’anni. Stando a ciò che quest’ultima ha riferito ai militari della stazione di Osoppo, l’uomo avrebbe colpito il cofano della sua macchina con alcuni pugni e l’avrebbe anche pesantemente minacciata.

Infine, le avrebbe poi lasciato davanti a casa, fuori dalla porta d’ingresso, un nunchaku, arma di origine orientale utilizzata nella pratica di alcune arti marziali. Si tratta di due barre di legno (o altro materiale) di sezione circolare o ottagonale lunghe circa 30 centimetri tenute insieme da una corda o da una catena.

Quando i carabinieri sono intervenuti hanno deciso di effettuare ulteriori controlli e hanno anche trovato il 52enne in possesso di alcuni grammi di hascisc. Sull’accaduto sono in corso ulteriori accertamenti.