Un convegno a Majano sul tema della disabilità

“Il progetto di vita della persona con disabilità: un percorso inclusivo verso l’autodeterminazione“, questo il titolo del convegno promosso dalle onlus Fondazione Valentino Pontello di Majano e l’Associazione Il Samaritan di Ragogna, in collaborazione con il Comitato COPS, in programma sabato 19 novembre, dalle ore 9.00 alle 12.30, presso l’Auditorium Comunale di via Zorutti a Majano.

I promotori dell’evento, da anni impegnati nell’assistenza alle persone con disabilità, da novembre 2015 sono membri del Comitato COPS (Comitato delle organizzazioni del Privato Sociale per l’assistenza residenziale e diurna delle persone con disabilità), costituito da undici realtà che operano in convenzione con le Aziende Sanitarie e gestiscono dei centri in cui sono ospitate oltre duecento persone diversamente abili.

Ad oggi ne fanno parte anche l’Anfamiv (Udine), l’Associazione Insieme Si Può (Reana del Rojale), la Cooperativa Sociale Hattiva Lab (Udine), Il Mosaico (Codroipo), l’Associazione La Pannocchia (Codroipo), l’Associazione Comunità del Melograno (Pradamano), la Comunità Piergiorgio (Udine), la Cooperativa Sociale Itaca (Pordenone) e la Comunità di Rinascita (Tolmezzo).

Il convegno è incentrato sul progetto di vita della persona con disabilità, da realizzare nel rispetto dei propri diritti, così come enunciati dalla Convenzione ONU, dei bisogni e delle aspirazioni, attraverso un percorso inclusivo di autonomia e, se possibile, di autodeterminazione, condiviso dalle famiglie e dal contesto ambientale di riferimento.

Il tema sarà sviluppato da qualificati relatori, coordinati dal moderatore Giorgio Dannisi, Presidente di COPS: Carlo Francescutti, Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulle disabilità e responsabile SIL dell’AAS n° 5; Daniele Fedeli, Professore associato di pedagogia speciale e docente di Psicologia della disabilità presso l’Università degli Studi di Udine; Fanny Morelli, Funzionario psico-educativo del Coordinamento Sociosanitario della AAS n° 3.

A seguire gli interventi curati dalle psicologhe Donatella Tamburri e Laura Cichetti e dalle educatrici Marie Vicciantuoni e Veruska Tomasini, impegnate quotidianamente presso la Fondazione Pontello ed Il Samaritan. L’approfondimento verterà in particolare sulla complessa gestione della disabilità all’interno dei centri e sui possibili nuovi percorsi di vita e di “autonomia abitativa” per le persone diversamente abili.

Il convegno costituirà l’occasione per approfondire anche le tematiche legate alle complesse sfide e alle criticità che caratterizzano la preziosa opera delle Onlus, la loro sostenibilità economica, il rapporto con le istituzioni ed il territorio oltre che il ruolo fondamentale del volontariato sociale. La necessaria riflessione in tal senso sarà affidata a Lorenzo Cozianin, ex Sindaco del Comune di Ragogna e già Presidente della Comunità Collinare del Friuli.

L’evento è patrocinato dai Comuni di Majano e Ragogna, dalla Comunità Collinare del Friuli e dall’Unione Territoriale Intercomunale Collinare, dalla Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap) Regionale, dall’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n° 3 “Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli”, dall’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, dall’Università degli Studi di Udine, dalla Fondazione Crup, dalla Banca di Credito Cooperativo del Friuli Centrale e dal Comitato Sport Cultura Solidarietà.

Commenta con Facebook