Tremila spettatori al Laghi di Fusine per il concerto di Mannarino

Considerato uno dei migliori artisti italiani contemporanei, Mannarino oggi ha espresso nel migliore dei modi la sua profonda ricerca musicale con un sound attinto dai suoni d’Oltreoceano che si mescolano e incastrano alla perfezione con i suoni della sua musica.

Mannarino nella foto di Fabrice Gallina

L’acclamato e indiscusso protagonista del suo concerto è stato il nuovo album “V”, e le voci della foresta a cui si è ispirato, hanno fatto da eco al panorama unico dei Laghi di Fusine circondati dalla catena del Mangart. La performance ha fatto cantare e ballare anche molti dei suoi successi, ormai diventati dei classici, come “L’Impero”, “Serenata Lacrimosa”, “Scetate Vajò”, “State Zitta” e il gran finale con “Me so ‘mbriacato”. Tremila i partecipanti, saliti a piedi, che hanno reso il concerto energico, surreale, unico.

Il No Borders Music Festival prosegue ai Laghi di Fusine domani, domenica 31 luglio, con il concerto di Brunori Sas. Già del 9:30 del mattino sono previste diverse attività (Forest Bathing, degustazioni guidate al vino, danza), alle ore 11:00 verrà aperta al pubblico l’area concerti che prenderanno il via alle ore 12:45 con l’opening act di Mox, seguito da Brunori Sas alle 14:00. L’area concerti sarà raggiungibile dalle aree parcheggio adibite e segnalate a Fusine in Valromana solamente in bicicletta e a piedi (da 35 a 60 minuti). È particolarmente consigliato l’arrivo a Fusine almeno un paio d’ore prima.

Gli ultimi biglietti per il concerto sono ancora acquistabili online su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati Ticketone.