Tre anni dopo il Maggio Letterario di Tolmezzo torna in presenza

Dopo lo stop forzato nel 2020 causa Covid e l’edizione 2021 svoltasi on line, il “Maggio Letterario”, la rassegna degli incontri con gli autori che si tiene a Tolmezzo, è tornata in presenza. A inaugurare la manifestazione, l’incontro che ha avuto come protagonista Giannandrea Mencini e il suo “Pascoli di carta”. Il cartellone prosegue con altri quattro appuntamenti che si tengono nella sala riunioni di via Marchi (a fianco al Judo Club) alle 18.

Venerdì 6 maggio Fabio Deotto, in dialogo con Manuela Ortis (Fridays For Future Carnia) presenterà “L’altro mondo. La vita in un pianeta che cambia”, in cui l’autore affronta il tema della crisi climatica attraverso le storie reali di persone già oggi costrette a misurarsi con un pianeta più caldo, esplorando allo stesso tempo le zavorre cognitive e culturali che rendono così difficile accettare il cambiamento in atto.

Un romanzo che abbraccia tre generazioni, che si muove nel tempo e nella geografia e che ha il sapore della lotta e dell’anarchia. Si tratta di “Come papaveri rossi” di Angelo Floramo che interverrà nell’incontro di giovedì 12 maggio durante il quale sarà affiancato da Raffaella Cargnelutti.

Venerdì 20 maggio, invece, Maurizio Mattiuzza insieme a Sergio Cuzzi racconterà il suo “La Malaluna”, la storia di una famiglia friulana di lingua slovena stretta nelle maglie del confine orientale.

L’edizione 2022 del Maggio Letterario si chiuderà venerdì 27 maggio con “La non mamma”, libro sottile e profondo, malinconico e vitale di Susanna Tartaro che dialogherà con Agata Gridel.

L’ingresso è libero. Gli incontri si terranno nel rispetto delle normative anti-Covid.

Per informazioni: Biblioteca Civica “Adriana Pittoni”, tel. 0433 487950; biblioteca@com-tolmezzo.regione.fvg.it.