Tadei Pivk trionfa nella SkyClimb Mezzalama transitando a 4226 metri di quota

Il via della SkyClimb Mezzalama by Dynafit è stato dato sabato mattina alle ore 7 da Saint-Jacques in Val d’Ayas, in Valle d’Aosta, raggiungere la vetta del Castore a 4226 metri di quota e tornare a Saint Jacques era il programma della giornata.
Una giornata con il cielo terso e vento teso in quota ha fatto da cornice alla prima edizione della sorella estiva del Trofeo Mezzalama.
Il tracciato, 25 chilometri e 2533 metri di dislivello, era in ottime condizioni e nonostante le poche precipitazioni nevose in questo 2022, si è presentato in una veste invernale quasi perfetta.
Sin dai primi chilometri, quelli che avrebbero portato al Rif. Guide d’Ayas, passando per Pian di Verra, Lago Blu e il Rif. Mezzalama, è stato chiaro quali team avrebbero potuto salire sul gradino più alto del podio.
La coppia composta da Franco Collé e dal tarvisiano Tadei Pivk ha scandito il ritmo anche se l’atleta valdostano non era nella sua migliore giornata. Agli inseguitori, Fabio Cavallo, Maurizio Basso e Daniel Thedy con Roberto Perolini, il compito di non lasciare troppo margine ai due battistrada. Al primo riferimento cronometrico del Rifugio Guide d’Ayas, (1h38’57’’) il Team Hoka/Karpos aveva un buon margine sugli inseguitori. Lungo la salita della parete Ovest del Castore il duo Collé-Pivk non ha avuto nessun problema a mantenere la prima posizione. Cavallo-Basso iniziano la spettacolare cresta ancora in seconda posizione. Terzi sono Enzo Mersi e Gabriele Gazzetto.
Franco Collé e Tadei Pivk volano verso il Rifugio Quintino Sella, dietro di loro sempre Fabio Cavallo, Maurizio Basso.
Nella successiva e lunga discesa nessuno può commettere errori, la vittoria sembra cosa fatta per Collé-Tadei. Nella volata che porta a Saint-Jacques registra il passaggio di posizione dalle quarta alla terza posizione da parte di Daniel Thedy e Roberto Perolini. Franco Collé e Tadei Pivk tagliano il traguardo con il tempo di 3h43’29’’, stabilendo quindi il nuovo record della gara. In seconda posizione arrivano Fabio Cavallo e Maurizio Basso con il tempo di 3h59’19’’.
Il team di Gressoney di Daniel Thédy e Roberto Perolini confermano la terza posizione con 4h13’31’’.

(nella foto Pivk seguito da Collè)