Sui canali Sky il progetto “Turismo con la pesca”, 6 i comuni carnici coinvolti

Il progetto “Turismo con la pesca” è una risposta attrattiva per il turismo di prossimità oltre che estero, soprattutto Nord europeo ed americano e rappresenta un valido esempio di collaborazione fra Amministrazioni comunali e Regione. Darà inoltre visibilità all’area montana, alle sue eccellenze locali ma anche all’intera regione.

Questa la sintesi dei concetti espressi dagli assessori regionali alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini, e alle Risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna, Stefano Zannier, intervenuti nell’auditorium di Paularo alla presentazione del progetto “Turismo con la pesca” nell’ambito della manifestazione Len. Si tratta di un progetto pilota che ha come fil rouge la pesca e mira alla divulgazione e valorizzazione dell’immagine della montagna del Friuli Venezia Giulia e all’incremento del turismo anche attraverso la realizzazione di una serie televisiva che andrà in onda sui canali Sky dedicati alla pesca, suddivisa in sei puntate, una per ogni Comune coinvolto: Forni di Sopra, Forni di Sotto, Forni Avoltri, Paularo, Sappada e Sauris.

Un momento della presentazione di Paularo

“Il progetto sostenuto dalla Regione si inserisce in una più ampia programmazione avviata da PromoTurismoFvg con l’intero territorio montano” ha commentato Bini mentre Zannier ne ha ricordato, fra gli obiettivi, la creazione di un nuovo prodotto dedicato alla pesca in acque interne con relativo posizionamento nei mercati di riferimento. “Il progetto nasce a livello locale e rappresenta una nuova modalità di coordinamento fra l’Ente tutela patrimonio ittico e le comunità locali con l’obiettivo di incrementare le potenzialità turistiche; per farlo – ha specificato Zannier – abbiamo dato al territorio un forte richiamo per gli appassionati di pesca attraverso la trota marmorata. La Regione ha rivisto, infatti, tutta l’attività delle semine concordandola con i responsabili locali e le comunità condividendo modi, luoghi e periodi di semina per renderla funzionale anche all’attività turistica”. Zannier ha poi ricordato come il Friuli Venezia Giulia sia una delle poche regioni che può vantare l’allevamento della trota marmorata, protetta anche a livello comunitario, non reperibile altrove se non in natura. “Con questo progetto – ha continuato – offriamo quindi al territorio montano un elemento attrattivo per gli appassionati di pesca che desiderano pescare la trota marmorata”. “Una progettualità sentita sul territorio – ha evidenziato Bini – che arricchisce l’offerta turistica. Per poter offrire ciò che abbiamo di meglio dobbiamo fare sistema, la Carnia sta lavorando insieme e i risultati si vedono. L’utilizzo del canale televisivo Sky per far conoscere i territori, la storia, la gastronomia, la cultura, l’arte e la pesca – ha concluso Bini – sarà elemento di assoluto richiamo turistico”. Dopo l’intervento del sindaco di Paularo, Marco Clama e delle altre Amministrazioni comunali coinvolte, è intervenuto Nando Sessa regista di Sky presentando il progetto e il trailer comunicando come la messa in onda della prima puntata abbia dato notevoli ascolti.