Si perde in un tratto impervio sopra Ampezzo, soccorso un escursionista

Un escursionista di Villa Santina del 1980 ha chiesto aiuto al Nue112 poco prima delle 12.30 dopo aver smarrito la traccia del sentiero che stava percorrendo in salita ed essersi trovato in difficoltà sopra dei salti di roccia.
La Sores (Sala operativa regionale per le emergenza sanitarie) ha attivato la stazione di Forni di Sopra del Soccorso alpino e speleologico, la Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco che si sono portati ad Oltris di Ampezzo e hanno iniziato la salita del sentiero con segnavia 362 che era stato seguito dall’escursionista. Questo sentiero, che si inerpica per un tratto costeggiando il corso del Torrente Lumiei e che va in direzione del Monte Veltri e della Casera omonima, è in parte inselvatichito e con una traccia a tratti poco chiara. L’escursionista si è trovato a smarrire la traccia a quota 850 metri e dopo aver cercato di ritrovarla abbassandosi di diversi metri è capitato sopra un salto di rocce: da qui ha tentato una via d’uscita senza riuscirci e si è fatto prendere dal panico. I soccorritori sono riusciti ad individuarne la posizione con le coordinate e a raggiungerlo con i richiami a voce fino a trovarlo. Dopo averlo assicurato con una corda lo hanno portato fuori dal punto impervio e difficile e lo hanno riaccompagnato a valle. L’intervento si è concluso alle 14.30.