Si implementa l’assistenza chirurgica territoriale per Val Canale e Canal del Ferro

A partire dall’11 agosto è prevista l’implementazione del servizio di assistenza chirurgica territoriale in Val Canale e Canale del Ferro, assicurata grazie alla disponibilità del dr. Enzo Di Giorgio.

Il servizio è nella rete dei servizi offerti dal Distretto e garantisce la disponibilità di un chirurgo per l’effettuazione a domicilio di valutazioni gastroenterologiche, chirurgiche e urologiche non urgenti, medicazioni complesse, posizionamento e sostituzioni di dispositivi e altre prestazioni chirurgiche per pazienti difficilmente trasportabili.
Dall’11 agosto è prevista l’ulteriore possibilità di effettuare una volta al mese presso la sede del Poliambulatorio di Pontebba le stesse prestazioni per i pazienti trasportabili. Tale soluzione, infatti, permetterà di ottimizzare i tempi e aumentare il numero di prestazioni erogate, eliminando le tempistiche necessarie allo specialista per recarsi nelle diverse località. Inoltre permetterà allo specialista di eseguire alcune prestazioni (che comunque sarebbero erogate a domicilio) in un ambiente protetto.

Il servizio di assistenza chirurgica domiciliare è un importante servizio di prossimità della rete territoriale che garantisce la possibilità ai pazienti più fragili di essere gestiti a domicilio soprattutto in un contesto di marginalità dove la densità abitativa è molto bassa e le distanze importanti.

IL RINGRAZIAMENTO DEL SINDACO DI PONTEBBA

“Voglio ringraziare l’Azienda Sanitaria e il direttore del distretto Dott. Cattani per l’attenzione e disponibilità”, dichiara il Sindaco di Pontebba e vicepresidente della Comunità di Montagna Ivan Buzzi, nella volontà di garantire e migliorare i servizi sanitari rivolti alla popolazione della nostra montagna. “Questa importante presenza sul territorio, si concretizza nella volontà di attuare una sanità vicina alle persone, superando anche le disuguaglianze che purtroppo le aree marginali come le nostre comportano. Un ringraziamento che rivolgo anche a nome dei colleghi sindaci della valle, va al Dott. Di Giorgio che si è reso disponibile per concretizzare questo percorso.”