Draghi in Friuli, “sgarbo istituzionale” per il mancato invito al Consiglio Regionale

“La visita a Palmanova del Presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, non è stata preceduta da alcuna comunicazione né invito all’Assemblea legislativa regionale, il massimo organismo di rappresentanza eletto democraticamente dai cittadini. E si tratta di una caduta di stile, di uno sgarbo istituzionale di cui sono dispiaciuto”.

Lo ha detto oggi il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, rispondendo a una sollecitazione di Franco Iacop (Pd), che al termine della seduta antimeridiana gli aveva chiesto se si fosse deciso di rinviare la seduta della Sessione europea prevista nel pomeriggio – con l’audizione di parlamentari ed europarlamentari – proprio a causa della concomitante visita del premier in Friuli Venezia Giulia. “L’appuntamento è confermato – ha precisato il presidente Zanin – perché purtroppo la visita del presidente Draghi non è stata preannunciata al Consiglio regionale”. “Credo sia stata una caduta di stile – ha detto ancora il presidente dell’Aula – perché è sempre importante, in una Regione autonoma come la nostra, confrontarsi con l’assemblea che è stata democraticamente eletta e che rappresenta l’intera comunità regionale”.

Secondo Zanin si tratta di un problema di approccio “tecnocratico”, che va al di là dello specifico episodio: “Il potere legislativo e di rappresentanza – ha sottolineato infatti il presidente – non può soccombere rispetto all’esecutivo, pur capendo che il Governo deve gestire numerose urgenze. Ma da questi momenti difficili si esce con maggiore democrazia e coinvolgimento dei rappresentanti eletti dai cittadini, non con scelte di segno contrario”.

Intanto Draghi è arrivato a Palmanova in visita alla sede regionale della Protezione civile e all’hub dove sono stoccati i mezzi e i materiali in partenza per l’Ucraina. Alla visita partecipa anche il Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Il premier è stato accolto, tra gli altri, dal presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, e dal vicepresidente del Fvg con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi. A Palmanova sono previsti anche una riunione operativa con le autorità competenti e un incontro con i volontari della Protezione civile.