Scuola, a Villa Santina una struttura realizzata a tempo di record

“Consentire ai più giovani alunni della Carnia di poter frequentare la scuola primaria a Villa Santina significa soddisfare i reali bisogni della comunità locale, garantendo a tante famiglie il radicamento dei propri figli sul territorio”.

Lo ha affermato l’assessore al Patrimonio del Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, intervenendo all’inaugurazione della struttura prefabbricata di Villa Santina che, a fronte dell’inagibilità antisismica dell’edificio originario, è stata realizzata a tempo di record nei pressi dell’ex stazione ferroviaria per garantire la possibilità di iniziare regolarmente l’anno scolastico a quasi 200 bambini.

“Grazie all’impegno della Giunta Fedriga – ha evidenziato Zilli – è stato possibile reperire le risorse necessarie a dare vita a un piccolo miracolo in perfetto stile Friuli”.

Per l’intervento complessivo, caratterizzato dalla messa a norma del plesso scolastico e dalla costruzione della scuola provvisoria, la Regione ha infatti stanziato 2 milioni di euro, 500mila dei quali per il prefabbricato dotato di tutti i servizi necessari al regolare svolgimento delle lezioni.

Nel corso della cerimonia a cui, tra gli altri, è intervenuto anche il consigliere regionale Luca Boschetti oltre ovviamente al sindaco Domenico Giatti (c’era anche la parlamentare Aurelia Bubisutti), l’assessore ha ringraziato tutti coloro i quali si sono adoperati per raggiungere “un risultato molto importante che certifica lo spirito solidale e la grande dignità che contraddistinguono i cittadini del Friuli Venezia Giulia”

Commenta con Facebook