San Daniele, indagano su una caduta dallo scooter ma si è trattato di un investimento

Travolge il conducente di uno scooter e poi scappa senza prestare soccorso. Ma viene pizzicato dalla polizia municipale e denunciato. L’incidente si era verificato venerdì 15 settembre scorso, nel primo pomeriggio, in via Carducci, a San Daniele del Friuli. Sul posto era intervenuta una pattuglia del Corpo intercomunale di Polizia locale del Sandanielese. Inizialmente l’incidente (nella foto) era stato segnalato come caduta autonoma da uno scooter da parte di un uomo del posto di 71 anni. L’anziano era stato soccorso dal personale medico del 118 perché, schiantatosi contro un muretto, aveva riportato diverse botte e contusioni, per fortuna non gravi.

Dopo aver effettuato i rilievi fotografici e planimetrici, e dopo aver ascoltato il ferito, è poi emerso che si trattava di un incidente con omissione di soccorso. A quel punto è stato subito informato il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Udine. Per questo reato è prevista la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la sospensione della patente da uno a tre anni.

Immediatamente è stata avviata una articolata attività d’indagine degli agenti del commissario aggiunto Leonardo Zucchiatti che ha portato, già nella mattinata di oggi, lunedì 18 settembre, all’individuazione del presunto responsabile del reato. Grazie a una fonte confidenziale e alle conoscenze maturate dagli agenti sul territorio è stato individuato il veicolo coinvolto, un’auto, che presentava ancora tracce e danni che collimavano con quelli rilevati sul motociclo del 71enne. A travolgere l’anziano un uomo di 60 anni del posto, dipendente dell’Azienda sanitaria 3 di Gemona del Friuli, al quale è stato contestato il reato di fuga e omissione di soccorso. Il ferito è stato curato dal personale medico del 118 e accolto all’ospedale di San Daniele del Friuli; ha riportato ferite guaribili in una quindicina di giorni. Entrambi i veicoli sono stati posti sotto sequestro a disposizione dell’autorità giudiziaria di Udine.

Commenta con Facebook