Pronti 350.000 euro per le strutture sportive di Lauco

«Lauco e le sue frazioni avranno 350.000 euro per migliorare la qualità delle strutture sportive ed avviare i lavori di efficientamento energetico. É un grosso risultato per il Comune e anche per la Regione».

Soddisfazione nelle parole del vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Mazzolini, che aggiunge: «Stringo la mano al vicesindaco Kascy Cimenti e allo staff amministrativo del Comune per l’ottimo lavoro di squadra e il grande risultato ottenuto, ennesima perla degli interventi che la Regione sta mettendo in atto per riqualificare la montagna e rivalorizzare le sue risorse».
Del finanziamento beneficeranno il campo di calcio in località Porteal, che avrà un nuovo impianto d’illuminazione, e il campo di tennis comunale, che verrà dotato di nuovi fari a led.
Nella frazione di Trava, il campo da tennis e quello di calcetto riceveranno manutenzione per quanto riguarda spogliatoi e la posa completa di un nuovo sistema d’illuminazione efficientato, il rinnovo della pavimentazione del campo di tennis e la realizzazione di una platea adiacente.
Nemmeno le frazioni di Avaglio e Vinaio sono escluse dalla manutenzione. Nella prima si provvederà alla sostituzione delle lampade dell’impianto d’illuminazione e alla sistemazione della recinzione perimetrale, mentre a Vinaio è previsto il rinnovo sempre dell’impianto d’illuminazione del campo di calcetto e l’istallazione di un portone scorrevole per la chiusura della struttura e annessa sistemazione della recinzione perimetrale.
«Erano interventi che insieme all’Asd Lauco chiedevamo da anni – commenta il vicesindaco di Lauco – e di cui finalmente, grazie ad un dialogo diretto con la Regione, siamo riusciti a reperire i fondi. Grazie a Stefano Mazzolini, che è sempre attento alle esigenze della montagna e amministra con cura le risorse del nostro territorio. Un plauso all’assessore Guido Zorzi e al consigliere Franco Gressani che ha guidato il progetto trovando l’entusiasmo dell’amministrazione».

«Bisogna dare alla montagna la sua possibilità – aggiunge Mazzolini – e farsi trovare pronti per il futuro. Lo sforzo finanziario per questo intervento, come quello recente per il campo di Illegio, sono un investimento diretto sullo sport e sui servizi che diamo al territorio. Siamo fermamente convinti che si debba ripartire anche dalla funzionalità di ogni singola struttura pubblica di cui disponiamo».