Progetto Plastic free, presto in arrivo gli EcoEroi di Sappada

Si sono svolte lo scorso fine settimana a Sappada le riprese del video relativo al progetto “Plastic free”, ideato dall’assessore allo sport e turismo della località montana Silvio Fauner. La troupe dello studio Quasar Corporate ha realizzato le immagini del videoclip che promuoverà l’iniziativa di cui protagonisti sono Gli EcoEroi, quattro virtuosi abitanti di Sappada che si prodigano per preservare l’ambiente della località. 

Il video, che sarà un divertente spot in cui Christopher, Giorgia, Teresa e Roberto dimostrano quanto poco basti per essere ecoeroi e farsi portatori di valori e gesti concreti a tutela dell’ambiente, è una delle iniziative che rientrano nel progetto dell’Amministrazione comunale, supportata dal Consorzio Sappada Dolomiti Turismo.

“Sappada ha un patrimonio ambientale inestimabile che va protetto – dice Fauner -. Da qui l’iniziativa “Plastic free”, sostenuta dalla Regione FVG e da Fondazione Friuli, il cui principale obiettivo è la sensibilizzazione al tema della tutela ambientale. La sola consapevolezza dell’importanza di preservare la natura, e in questo caso la montagna, porta alla sensibile riduzione di atti, spesso inconsapevoli, volti invece al suo degrado e lo provano studi realizzati in ambito internazionale”.

Lo spot, per il quale saranno utilizzati anche effetti speciali, verrà presentato la seconda settimana di novembre. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di farlo diventare virale sui canali social, per una promozione della località che evidenzi la vocazione “green” di Sappada.

“Questo progetto avvalora la certificazione ISO 37101-Città e comunità sostenibile, sistema di gestione per lo sviluppo sostenibile, assegnata a dall’Università di Padova nel 2018 a Sappada quale prima realtà europea ad avere ottenuto l’importante attestato – conclude Fauner -. Siamo certi che perseguire obiettivi virtuosi per il nostro ambiente montano sia la strada corretta per tutelare anche la principale fonte di reddito per la nostra località, vale a dire il turismo”