Pericolo valanghe da marcato a forte nel week-end in Friuli

Pericolo valanghe da 3 a 4 (su 5) in regione per il fine settimana. 
Ecco il Bollettino Valanghe emesso questo pomeriggio dal Servizio Foreste e Corpo Forestale della Regione FVG

VENERDÌ 5 APRILE
Tra giovedì e venerdì mattina sono caduti a 1800 m circa 60-80 cm di neve prevalentemente umida sulla zona occidentale della regione, quantitativi minori su quella orientale e sulle Prealpi, dove prevalentemente ha piovuto. Il pericolo valanghe risulta confinato alle quote elevate in quanto oltre i 2000 m sono caduti più di 100 cm di neve. Oltre i 1700 m saranno pertanto possibili valanghe di medie e grandi dimensioni dai siti valanghivi abituali a tutte le esposizioni, anche di fondo dai pendii prativi più ripidi. Sempre oltre tale quota Il distacco provocato di valanghe a lastroni soffici è possibile anche con debole sovraccarico in particolare nelle zone di maggior accumulo a tutte le esposizioni. Grado di pericolo attuale: 4 (forte) sulle Alpi e Prealpi Carniche occidentali, 3 (marcato) sulle Alpi, Prealpi Giulie e Prealpi Carniche orientali.

SABATO 6 APRILE
Sabato il cielo sarà variabile, con maggiori schiarite in montagna. Il pericolo valanghe sarà ancora 4 (forte) sulle Alpi e Prealpi Carniche Occidentali e 3 (marcato) sul resto del territorio montano. Oltre i 1700 m saranno ancora possibili valanghe spontanee di medie e grandi dimensioni dai pendii non ancora scaricati a tutte le esposizioni. Dai pendii prativi più ripidi saranno possibili anche valanghe di fondo. L’irraggiamento solare, ove presente, favorirà una intensa attività valanghiva spontanea, in particolare alle esposizioni meridionali e durante le ore più calde. Il distacco provocato di valanghe sia a debole coesione che a lastroni, di medie e grandi dimensioni, sarà possibile anche con debole sovraccarico a tutte le esposizioni, dai pendii ripidi e maggiormente caricati dal vento

DOMENICA 7 APRILE
Domenica il cielo sarà da variabile a nuvoloso. Il manto nevoso andrà lentamente consolidandosi. Oltre i 1800 m saranno ancora possibili scaricamenti e valanghe di medie dimensioni dai percorsi valanghivi abituali non ancora scaricati. Il distacco provocato di valanghe sia a lastroni che a debole coesione potrà avvenire anche con debole sovraccarico nelle zone di maggior accumulo da vento e durante le ore più calde. Grado di pericolo previsto: 3 (marcato) su Alpi Carniche, Giulie e Prealpi Carniche occidentali, 2 (moderato) su Prealpi Giulie e Carniche orientali.

LUNEDÌ 8 APRILE
Lunedì sono previste nuove deboli-moderate precipitazioni, nevose solo oltre i 1700 m circa, senza rilevanti conseguenze sul pericolo valanghe. Il manto nevoso sarà moderatamente consolidato, l’attività valanghiva spontanea sarà limitata a scaricamenti e piccole valanghe. Oltre i 1800 m sotto le creste e le forcelle più ripide sarà possibile provocare distacchi anche con debole sovraccarico nelle zone maggiormente caricate dal vento. Grado di pericolo previsto: 2 (moderato) su tutto il territorio montano.