Un nuovo piano paesaggistico per il Comune di Paluzza

Sta per partire il nuovo piano paesaggistico del Comune di Paluzza denominato “Fra storia, natura e spiritualità”.
Il piano ha ottenuto dalla Regione un importante finanziamento pari a 250.000 euro e interverrà in diversi ambiti: dallo storico all’archeologico, dal naturalistico all’ambientale.

«Sotto il profilo storico-archeologico spiega Piermario Flora, assessore all’Ambiente, Agricoltura e Foreste – la soprintendente Bonomi ha accolto con entusiasmo la proposta della nostra Amministrazione ed ha delineato il piano di intervento per il recupero delle 3 iscrizioni di epoca romana, uniche silenti della strada di collegamento tra Aquileia e il Norico».

I lavori di messa in sicurezza e di restauro conservativo inizieranno quest’autunno. Il progetto, che si sviluppa lungo il tracciato dell’antica via Julia Augusta, da Timau a Passo Monte Croce Carnico, vuole promuovere il cammino lento nella sua valenza storico-culturale e si collegherà a valle al sito di Forum Julii ed a monte all’antico insediamento romano di Auguntum, in una dimensione transfrontaliera.

Sotto il profilo naturalistico-ambientale, sono previsti interventi di conservazione e valorizzazione lungo i torrenti Pontaiba e But, oltre alla realizzazione di un osservatorio in località Casali Sega all’interno di un raro habitat umido caratterizzato da tratti di fiume montano ancora integro, vera rarità a livello regionale e nazionale.

Infine, in prossimità dei prati e dei pascoli di Malga Lavareit, è in programma il recupero di una porzione di prateria per la salvaguardia dei tetraonidi, uccelli che rappresentano un “relitto” dell’era glaciale, nel tentativo di evitarne la completa estinzione dalla nostra montagna, in particolare del gallo cedrone.

2 pensieri riguardo “Un nuovo piano paesaggistico per il Comune di Paluzza

  • 6 Aprile 2019 in 14:22
    Permalink

    L’ambiente umido di Casali sega era ancora più umido c’era il lago.
    Non rimarrà così.

I commenti sono chiusi.