Osoppo, il sindaco De Simon annuncia che non si ricandiderà

“Non mi ricandido”. A due mesi dalle elezioni amministrative che dovranno rinnovare il consiglio comunale di Osoppo, il sindaco Paolo De Simon annuncia ufficialmente che lui non si ripresenterà per bissare il mandato:Anche se la carica di sindaco e quella, del tutto nuova, di presidente della Comunità Collinare del Friuli non sono affatto incompatibili tra di loro, ciò non toglie che mi riuscirebbe umanamente impossibile rivolgere a entrambi i ruoli il tempo e la dedizione necessari a ricoprirli con la necessaria efficacia, dovendo pure affiancarli alla professione di avvocato. Per non parlare ovviamente degli impegni familiari – dice De Simon -. Ecco perché non mi ripresenterò per un secondo mandato e ho deciso al contrario che sia venuto il tempo di lasciare, dopo ben quindici anni di amministratore in Comune a Osoppo, dieci dei quali rivestendo la carica di assessore e altri cinque come sindaco”.

Paolo De Simon

“Essere il primo cittadino di Osoppo – prosegue De Simon – è stato un grande onore e al contempo una grossa responsabilità. Sono stati anni molto impegnativi,   caratterizzati da un significativo turnover  dei dipendenti – ben 8 su 14 – da continue  riunioni, in particolare in tema U.T.I. e scioglimento del CIPAF, ma anche da tanti progetti avviati e portati a termine, pensiamo ad esempio al Polifunzionale oppure al parco del Rivellino, o che lo saranno a breve come l’allestimento del Museo della Fortezza, che rimarrà uno dei fiori all’occhiello di questa nostra Amministrazione così come il progetto “Paese delle Orchidee”, con relativa festa che, se ben seguita anche in futuro, è destinata a crescere esponenzialmente. Volgendo lo sguardo a tutti i quindici anni da amministratore, non posso non ricordare l’istituzione, nel lontano 2005, delle Borse Lavoro Giovani e delle borse di studio per studenti meritevoli delle superiori e dell’Università,  nonché, con particolare orgoglio, di avere portato a Osoppo l’associazione Anà-Thema, cui abbiamo affidato la gestione della nostra sala teatrale venendone ripagati oltre ogni legittima aspettativa”.

“Per quanto mi riguarda – conclude – ho la consapevolezza di avere fatto del mio meglio, sforzandomi di risolvere problemi e aiutare il mio paese a guardare avanti, verso un futuro che oggi cominciamo solo a intravedere e che speriamo riservi a Osoppo delle luminose opportunità. Un grazie alla mia squadra e, in particolare, ai dipendenti e al segretario comunale dottoressa Daniela Peresson per aver contribuito, nei rispettivi ruoli, a realizzare la quasi totalità del programma con cui ci eravamo presentati agli elettori nel 2014″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *