Morì folgorato durante un controllo a Tarvisio, omaggiato l’agente scelto Stefano Spizzo

Nella sala convegni della Stazione Ferroviaria di Tarvisio Boscoverde, il cappellano della Polizia di Stato di Udine, don Olivo Bottos, ha celebrato una messa in ricordo dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Stefano Spizzo, a 18 anni dalla tragica scomparsa.

Spizzo morì folgorato dall’alta tensione l’1 dicembre 2001, a soli 32 anni, mentre ispezionava un convoglio in sosta nello scalo ferroviario di Tarvisio Boscoverde, durante un servizio di contrasto all’immigrazione clandestina.

Alla cerimonia hanno partecipato commossi i genitori di Stefano, il Questore di Udine, le autorità civili locali, una rappresentanza dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, colleghi ed amici.