Marsilio (Pd): «La gestione dei cantieri sulla Val Raccolana dimostra il totale disinteresse da parte della Giunta Fedriga»

«La gestione dei cantieri sulla Val Raccolana dimostra ancora una volta il totale disinteresse da parte della Giunta Fedriga. Tanti spot e promesse da parte della Lega e dei suoi rappresentanti, ma di fatto la montagna è abbandonata».

A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Enzo Marsilio che ha presentato in Aula un’interrogazione alla Giunta regionale per fare chiarezza sui lavori in corso sulla strada ex provinciale di accesso a Sella Nevea lungo la Val Raccolana.

«La gestione dei cantieri sulla strada provinciale deve necessariamente migliorare essendo anche la principale arteria di accesso al polo turistico da parte di appassionati degli sport invernali e di visitatori in genere – dice Marsilio -. La sommatoria degli ultimi lavori, non necessariamente legati a emergenze, ha solamente aggravato i problemi di accessibilità di quel polo turistico creando una situazione di forte disagio. La risposta data oggi dall’assessore Pizzimenti in Aula – conclude il consigliere dem – dimostra ancora una volta la considerazione che questa giunta ha nei confronti della montagna, un’attenzione fatta solo di parole per attirare l’attenzione pubblica».

IL COMUNICATO DELLA REGIONE

La strada provinciale di accesso a Sella Nevea lungo la Val Raccolana è stata messa in sicurezza.  Lo ha annunciato l’assessore regionale a Infrastrutture e  Territorio.
I danni provocati da eventi alluvionali hanno richiesto la sistemazione e il ripristino del muro di un tornante, con la collocazione di pali anti-franamento, mediante intervento urgente. Con procedura ordinaria, l’intervento sarà quindi completato con il rivestimento in pietra del muro.

Lungo la medesima strada sono in corso i cantieri dell’Enel, che sta procedendo all’interramento della linea elettrica fino a malga Montasio, deciso dopo l’ennesimo danneggiamento alla linea aerea provocato dal maltempo. Attualmente questi lavori sono sospesi fino a giugno e riprenderanno dopo il passaggio del Giro d’Italia femminile.

Commenta con Facebook