Opportunità lavorative con il Comune di Arta Terme

L’Amministrazione Comunale di Arta Terme aderisce anche quest’anno all’iniziativa Cantieri Lavoro della Regione FVG predisponendo un progetto della durata di 174 giornate lavorative per due lavoratori che, esclusivamente a seguito dell’accoglimento dell’istanza di contributo da parte della Regione stessa, prenderà a breve avvio.

“I Cantieri Lavoro – spiega il sindaco Luigi Gonano – sono progetti di inserimento lavorativo e di sostegno al reddito di soggetti disoccupati, in attività di pubblica utilità dirette al miglioramento dell’ambiente e degli spazi urbani. I potenziali lavoratori devono essere residenti in Regione e in stato di disoccupazione da almeno sei mesi, che non percepiscano alcun tipo di ammortizzatore sociale, non siano titolari di pensione assimilabile a reddito da lavoro o di assegno sociale e siano inseriti in apposita lista di disponibilità presso i Centri per l’Impiego. Quindi entro mercoledì 24 aprile le persone interessate possono presentare domanda di iscrizione presso il Centro per l’Impiego di Tolmezzo, che successivamente andrà a individuare i lavoratori in base a graduatoria”.

“Ma la nostra Amministrazione non si è fermata qui – prosegue il primo cittadino termale -. Infatti oltre ai Cantieri Lavoro, la giunta comunale ha deliberato di aderire e presentare anche due progetti legati all’intervento regionale denominato LPU-Lavori di Pubblica Utilità, finalizzato a favorire l’integrazione lavorativa, in particolare delle persone con disabilità. I due progetti specifici, che permetteranno ad un a massimo di otto persone, ovvero quattro per progetto, di aderire all’iniziativa, sono indirizzati alla valorizzazione dei beni culturali ed artistici e all’attività di cura e manutenzione del verde pubblico. In questo caso si invitano i soggetti in possesso dei requisiti così come da artt.1 e 18 c.2 della Legge 68/1999, a chiamare gli uffici comunali per tutte le informazioni necessarie.”

“Importante infine ricordare – continua Gonano – che sempre quest’anno il Comune di Arta Terme ha già presentato alla Regione FVG due progetti di 240 ore ciascuno, peraltro già approvati, relativi al Servizio Civile Solidale, rivolto ai giovani che abbiano compiuto sedici anni e non superato i diciassette, da svolgersi durante il periodo estivo, negli ambiti di attività “educazione e promozione culturale” e “difesa ecologica, tutela e incremento del patrimonio forestale”. Per ogni progetto potranno essere impiegati fino a quattro volontari. Sarà quindi cura degli Uffici Comunali, anche a seguito dell’imminente pubblicazione del bando da parte della Regione, divulgare l’informativa sul portale comunale e direttamente ai potenziali interessati.”

“La nostra Amministrazione sarà sempre attenta a tutte le opportunità che si presenteranno e che mirano a dare una occasione lavorativa a chi ne ha bisogno, oltre che di crescita ai nostri ragazzi”, conclude il sindaco di Arta.

Commenta con Facebook