Manutenzione sentieri, il Pd chiede alla Regione di reintegrare i fondi al Cai

«La montagna del Fvg ha estremo bisogno di una valorizzazione rispettosa della sua valenza attraverso impegni e azioni concrete, come quella importante garantita dal prezioso lavoro del Cai. Dopo avere bocciato i nostri emendamenti alla Stabilità per non tagliare le risorse destinate al Club alpino per la manutenzione di sentieri e rifugi ora Fedriga raccolga l’appello del presidente del sodalizio e reintegri i finanziamenti».
A chiederlo sono i consiglieri regionali del Pd Nicola Conficoni ed Enzo Marsilio.

«Il taglio di centomila euro su questa necessaria azione di manutenzione, utile al turismo montano, è già di per se indicativa della considerazione che la Giunta Fedriga e il centrodestra ha di una porzione importante del nostro territorio. Non vorremmo che sia dovuto anche alle prese di posizione che il Cai regionale ha assunto durante il 2021 sui progetti proposti dalla Giunta e dal consigliere Mazzolini sulle nuove piste di Forni di Sopra, Sella Nevea e Sappada nonché sulla strada del Marinelli. Sarebbe davvero un brutto segnale che si tagliassero fondi a un’associazione fondamentale come il Cai per zittire il dissenso rispetto a improbabili progetti di sviluppo» sottolinea inoltre Marsilio.

Secondo Conficoni, «la Giunta, in contrasto con la necessaria azione di tutela e valorizzazione sostenibile del patrimonio montano e nonostante avesse a disposizione ben 260 milioni in più rispetto all’anno precedente, ha deciso di ridurre i fondi assegnati al Cai per eseguire interventi essenziali a permettere la fruizione di sentieri e rifugi. Una decisione sciagurata che, penalizzando le escursioni, limita l’offerta turistica e mortifica la preziosa attività di un sodalizio cui anche nei fatti bisogna testimoniare gratitudine e apprezzamento».