Le ciclovie della regione e il turismo del futuro, se ne parla a Gemona

Nell’ambito della serie di incontri rivolti alla popolazione, frutto dell’accordo fra Università di Udine e il Comune di Gemona per lo sviluppo del territorio, venerdì 20 maggio alle 18, nella Sala della Comunità di montagna del Gemonese in via Carlo Caneva 25, si terrà la conferenza “Un grande patrimonio da scoprire. Le ciclovie del Friuli Venezia Giulia e il turismo del futuro”.

Grazie agli interventi di Andrea Zannini (professore di storia moderna), Andrea Moretti (docente di Economia e gestione delle imprese), Fabio Dandri (Servizio infrastrutture della Regione) e Giorgia Deiuri (project manager di PromoTurismoFVG), si cercherà di analizzare la crescita esponenziale di chi sceglie di trascorrere vacanze sostenibili pedalando, con numeri che nei prossimi anni sono destinati a registrare un ulteriore aumento.

Un potenziale enorme, quello della mobilità in bicicletta, che avrà un ruolo fondamentale nell’immediato futuro e che può avere un effetto volano sul settore turistico in considerazione del contesto paesaggistico e culturale italiano.

“Un fenomeno uscito ampiamente dalla condizione di nicchia e che determina un impatto economico rilevante e con enormi potenzialità di crescita, che tutti assieme dobbiamo essere preparati a cogliere al meglio sfruttando l’importante rete di ciclovie presenti e in fase di realizzazione nella nostra regione, consapevoli che il cicloturismo e la bicicletta sono e saranno sempre più uno straordinario strumento per rivitalizzare i territori, il commercio e la cultura”, dicono i promotori dell’incontro.

La partecipazione è gratuita e non necessita di prenotazione.