Si rinnova nella Pieve di San Pietro di Zuglio il “Bacio delle Croci”

Domenica 29 maggio si rinnoverà alla Pieve di San Pietro di Zuglio il rito del “Bacio delle Croci” in occasione della Festività dell’ Ascensione.

La giornata inizierà alle 10.30 con il raduno delle croci astili presso la Chiesa della Beata Vergine delle Grazie, sottostante la Pieve  e le rogazioni verso il “Plan da Vincule-Prato dei Vincoli”, ove alle 11.00 si terrà il rituale cristiano. Disposte in posizione circolare, le croci rappresentanti le chiese facenti parte dell’antica Diocesi di Zuglio saranno chiamate singolarmente dal Prevosto a sfiorare la croce argentea rappresentante la Pieve di San Pietro in un bacio simbolico di unione e  fratellanza. Tra le croci partecipanti al rito, assume un particolare significato  la presenza quest’anno della croce messicana inviata dall’attuale Vescovo titolare della Pieve, Monsignor Pedro Sergio Mena Diaz. A seguire la processione dei fedeli verso la Pieve, ove alle 11.30 si svolgerà la Santa Messa presieduta dal Vescovo Ivo Muser, il cui padre è originario di Timau di Paluzza, reggente della Diocesi di Bolzano-Bressanone, affiancato da Monsignor Giordano Cracina e dai Canonici di San Pietro. 

Alle  15.00 alla Pieve i cantori delle cantorie parrocchiali della Carnia che animeranno la Messa saranno presenti per cantare i vesperi in latino.

Nelle immediate vicinanze si potrà visitare  il complesso della “Polse di Cougnes”.

Il Museo archeologico, situato nella piazza del Comune, sarà aperto al pubblico dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Vi si potranno ammirare i preziosi reperti rinvenuti durante le campagne di scavo che hanno riportato alla luce i resti di Iulium Carnicum, uno dei principali insediamenti romani del Friuli Venezia Giulia, fondato tra il 58 e il 49 avanti Cristo durante il proconsolato di Giulio Cesare. Il Museo custodisce anche le sculture lignee dell’altare maggiore di Domenico da Tolmezzo trafugate dalla Pieve nel 1981 e rinvenute  nel 2016 dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. A breve distanza dal Museo sono visibili i resti del Foro, la  piazza principale della città.

Si consiglia di arrivare a Zuglio nella prima mattinata per raggiungere in tempo utile la Pieve.

La strada che collega Zuglio con la Pieve di San Pietro e la frazione di Fielis sarà chiusa al traffico. Sarà possibile raggiungere San Pietro e Fielis a piedi o con i bus navetta che saranno disponibili dalle 8.30 (sosta dalle 12.30 alle 14.00). Si potranno degustare, inoltre, i famosi “Cjarsons” ed altri piatti tipici locali.