Lavoro, accordo Regione Fvg-Mediocredito per velocizzare la cassa integrazione in deroga

Strumenti di finanziamento agevolato per anticipare i tempi dell’erogazione della cassa integrazione in deroga, senza intoppi burocratici e iniettando liquidità rapidamente nel tessuto socioeconomico.

È questo, in sintesi, il principio dell’accordo tra Regione e Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia di cui dà notizia l’assessore al Lavoro, Alessia Rosolen.

“Dopo l’accordo raggiunto con la Federazione regionale delle Banche di credito cooperativo per anticipare la cassa integrazione in deroga, i Fis (fondi di integrazione salariale) Cigo e Cigd (cassa integrazione guadagni ordinari e in deroga), la Regione ha sottoscritto un’ulteriore intesa con Banca Mediocredito per snellire e velocizzare le procedure”.

“Si poneva – spiega Rosolen – la necessità di individuare strumenti idonei a scongiurare l’ipotesi che i lavoratori rimanessero senza alcuna forma di reddito per un periodo di tempo imprecisato. Esiste uno strumento regionale, il Fondo regionale di garanzia per l’accesso al credito da parte dei lavoratori precari, costituito presso Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia, che ci consente di velocizzare l’iter di concessione di liquidità”.

Fra i soggetti che possono avvalersi di questa opportunità ci sono anche le persone sospese dal lavoro da un’impresa che abbia iniziato il procedimento per la concessione, ovvero per la proroga del trattamento di cassa integrazione in deroga. La domanda di intervento del Fondo è presentata dagli interessati direttamente ad una delle banche convenzionate, contestualmente alla presentazione della richiesta di finanziamento. L’istituto convenzionato trasmette la domanda di garanzia al Mediocredito che, in presenza dei requisiti fissati dal regolamento regionale di riferimento e della comunicazione dell’avvenuta concessione del finanziamento, rilascia la garanzia.

“Poiché è probabile che nelle prossime settimane tale richiesta di anticipo venga presentata alle Banche convenzionate da un numero rilevante di persone, ringrazio – afferma Rosolen – anticipatamente il presidente Edgardo Fattor, il consiglio di amministrazione e la direzione generale della banca per la disponibilità dimostrata rispetto all’esigenza di valutare con celerità le domande, verosimilmente molto numerose, che arriveranno in questa fase, scandita da circostanze obiettivamente eccezionali. Mediocredito ha già preso contatto con le Banche convenzionate, in modo che, pur nelle difficoltà operative dovute all’emergenza, i lavoratori che si presenteranno agli sportelli per richiedere l’accesso alla misura in oggetto trovino l’opportuna accoglienza”.

Il presidente di Mediocredito, Fattor, commenta che “da quando è stato costituito il Fondo regionale di garanzia per l’accesso al credito da parte dei lavoratori precari, la Banca è stata molto attenta alle esigenze più locali della regione affinché venissero preservate le risorse a beneficio di chi vive e lavora in Friuli Venezia Giulia. In questa occasione di profonda emergenza, a maggior ragione, Mediocredito è disponibile a fare la sua parte per rendere più snello possibile il ricorso alle dotazioni del Fondo da parte delle banche convenzionate, per dedicare al territorio tutte le risorse possibili per affrontare questa fase delicata. Per farlo – conclude Fattor – serve una risposta rapida e puntuale”.

(nella foto Alessia Rosolen)

Commenta con Facebook