L’Arco Club Tolmezzo fra gli organizzatori del Campionato Italiano di tiro alla targa all’aperto di Lignano

Oggi il via allo Stadio Teghil di Lignano al 58° Campionato Italiano di tiro alla targa all’aperto, che potrà essere seguito interamente in diretta su YouArco, il canale youtube della Federazione Italiana Tiro con l’Arco. Il Comitato Organizzatore, che gode del patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Lignano Sabbiadoro e del supporto del Comitato FITARCO Friuli Venezia Giulia, è composto e sostenuto da 11 Società friulane: Compagnia Arcieri Trieste; Arcieri Theodoro Dal Borlus – Spilinbergo (Pn); Compagnia Arcieri Udine; Compagnia Arcieri Cormons (Go); Zarja Basovizza – Trieste; Compagnia Arcieri Celti – Tricesimo (Ud); Arco Club Tolmezzo (Ud); Gruppo Arcieri Maniago (Ud); Fiamme Cremisi Sezione Tiro con l’Arco – San Vito al Tagliamento (Pn); Arcieri Curtis Vadi (Pn) e Trieste Archery Team.

Il lavoro procede febbrile e sono state organizzate anche altre iniziative oltre alla competizione stessa.

CONVEGNO PER GIORNALISTI ORGANIZZATO DA USSI FRIULI VENEZIA GIULIA
Il Gruppo Friulano dell’Unione Stampa Sportiva Italiana ha organizzato per le ore 10,30 di sabato 7 settembre, presso la sala stampa dello Stadio Teghil, il convegno per giornalisti dal titolo “Il tiro con l’arco: storia tra sport e futuro”. Tra i relatori il Presidente di Ussi Friuli Venezia Giulia Umberto Sarcinelli, il Presidente FITARCO Mario Scarzella, il Presidente FITARCO Friuli V.G. Claudio Canesin, l’Istruttore Nazionale Michele Specogna e il capo ufficio stampa FITARCO e Segretario Generale USSI Guido Lo Giudice. A moderare gli interventi il Vicepresidente di USSI Friuli Venezia Giulia e responsabile della comunicazione del Comitato Organizzatore del Campionato, Barbara Castellini. Il Friuli Venezia Giulia è fra le prime regioni che hanno dato vita alla federazione nazionale di tiro con l’arco e ha una tradizione ormai consolidata in questo sport. Il convegno  illustrerà da un lato le origini storiche e l’evoluzione del tiro con l’arco da strumento di caccia e di guerra a disciplina sportiva e dall’altro i risolti tecnici e agonistici di questo sport che sta dando tanta soddisfazione allo sport  italiano e che si sta espandendo nel nostro paese grazie alle iniziative della Fitarco e alla sue caratteristiche che ne fanno una disciplina nella quale l’impegno fisico è accoppiato alla ricerca della massima concertazione e alla perfezione della tecnica di tiro. Uno sport che può essere praticato a tutte le età e che non richiede particolare prestanza fisica.

TORNA IL CONCORSO ONE SHOT BIG ARCHERY

In occasione dei Tricolori di Lignano Sabbiadoro torna anche l’atteso e fortunato concorso a premi One Shot. Il concorso si chiama “One Shot BigArchery”, interamente sponsorizzato dal partner federale Bignami, e si svolgerà sia sabato 7 che domenica 8 settembre.
La sfida è riservata ai 5 fortunati che, nelle due giornate di gara dei Campionati Italiani Targa di Lignano Sabbiadoro, verranno estratti fra tutti gli iscritti che dovranno recarsi allo stand BigArchery per poter sperare di portarsi a casa i premi messo in palio dalla ditta Bignami.
Il concorso si svolgerà ad una distanza di 18 metri, utilizzando un arco scuola ed una sola freccia per concorrente che avrà il compito di colpire il palloncino posizionato sul paglione. Il primo che riuscirà a centrare il bersaglio si porterà a casa i premi messi a disposizione da BigArchery.

IL PROGRAMMA DI GARA 

Saranno circa 600 gli arcieri che calcheranno la linea di tiro di Lignano. Venerdì mattina elle ore 8,50 il via alle 72 frecce di ranking round che assegneranno i titoli di classe Arco Olimpico Allievi e Ragazzi. Dalle ore 14,00 la qualifica riservata alla divisione compound delle categorie juniores, seniores e master che definirà i vincitori dei titoli di classe e formerà il tabellone degli scontri diretti. In serata, dalle ore 18,15, le sfide mixed team olimpico e compound riservati alla classe Allievi.

Sabato 7 settembre dalle ore 8,30 scenderanno in campo per le 72 frecce di qualifica gli atleti del ricurvo delle classi juniores, seniores e master. Anche in questo caso i risultati daranno i vincitori dei titoli di classe e il tabellone per gli scontri diretti. Durante la pausa, alle ore 13,30, si svolgerà la prima prova del concorso a premi One Shot BigArchery. Poi le eliminatorie individuali, a partire dagli ottavi di finale fino alle semifinali, sia per il compound che per l’olimpico, che si disputeranno a partire dalle 14,00. Dalle ore 16,30 si svolgeranno invece le eliminatorie a squadre e a squadre miste, di entrambe le divisioni, sempre fino alle semifinali.

Domenica 8 settembre la giornata clou con tutte le sfide per i titoli italiani assoluti, olimpico e compound. Al mattino dalle ore 9,00 i match per il bronzo e per l’oro a squadre e a squadre miste del compound, seguiti dalle ore 11,440 dalle sfide per i tricolori individuali. Dopo la seconda prova del concorso One Shot BigArchery, atteso per le ore 13,30, ci sarà la premiazione degli assoluti compound e a seguire, intorno alle ore 14,30, le finali a squadre dell’arco olimpico e dalle ore 17,10, tutte le sfide bronzo e oro individuali che chiuderanno la manifestazione.

GLI AZZURRI IN GARA E I CAMPIONI USCENTI 

A Lignano Sabbiadoro ci saranno praticamente tutti gli azzurri della Nazionale FITARCO, sia senior che junior, compresi i big della Nazionale Paralimpica, che questa estate sono stati impegnati nelle rispettive rassegne iridate, ottenendo 2 pass per i Giochi Olimpici e 7 pass per le Paralimpiadi di Tokyo 2020.Gli unici assenti saranno l’olimpionico Mauro Nespoli e il compoundista Sergio Pagni, che nel corso della stagione si sono guadagnati l’accesso alla Finale di Coppa del Mondo di Mosca (Rus) che si disputerà proprio negli stessi giorni dei Tricolori, così come gli atleti del compound impegnati in Canada ai Campionati Mondiali specialità 3D: tra questi il campione uscente friulano Jesse Sut e Giuseppe Seimandi, bronzo lo scorso anno a Trani, oltre che Irene Franchini nel femminile.

Nonostante queste defezioni, a Lignano Sabbiadoro saranno sicuramente ben rappresentate le squadre azzurre. Nell’arco olimpico difenderà il titolo 2018 l’azzurro della Scuola Federale FITARCO Federico Musolesi, che lo scorso superò in finale l’olimpionico Michele Frangilli. Lo stesso Frangilli ritenterà l’assalto al titolo così gli altri avieri azzurri, come il plurimedagliato Olimpico Marco Galiazzo e David Pasqualucci (questi ultimi due titolari con Mauro Nespoli ai Mondiali in Olanda e ai Giochi Europei di Minsk dove hanno vinto il bronzo a squadre).Stesso discorso per il ricurvo femminile, con la campionessa uscente Tatiana Andreoli (Fiamme Oro), al suo ultimo anno da junior, di ritorno dai Mondiali Giovanili e dall’oro individuale ottenuto ai Giochi Europei, che verrà insidiata dalle compagne di nazionale titolari con lei ai Mondiali in Olanda e a Minsk, Lucilla Boari e Vanessa Landi, oltre che dalle azzurre che hanno conquistato l’oro a squadre in coppa del mondo a Berlino, Chiara Rebagliati con le atlete dell’Aeronautica Elena Tonetta e Tanya Giaccheri. Tenterà l’accesso alle eliminatorie per i titoli assoluti, oltre a giocarsi le sue chance per il titolo di classe juniores, anche l’azzurrina Karen Hervat, in forza al Trieste Archery Team, che da due anni si è trasferita presso la Scuola Federale FITARCO al Centro Tecnico di Cantalupa (To). In corsa per il podio anche la pluridecorata atleta paralimpica Elisabetta Mijno delle Fiamme Azzurre che, subito dopo ferragosto, ha vinto l’oro in Germania nella finale del circuito Para-Archery Cup.

Nella divisione compound sono due friulani i campioni uscenti: Jesse Sut, di Sesto al Reghena (Pn), che sarà però impegnato in Canada nella rassegna iridata 3D, mentre potrà difendere il titolo 2018 l’azzurra di Terzo di Aquileia Sara Ret, in forza agli Arcieri Cormons, titolare questa estate ai Mondiali in Olanda e all’Universiade di Napoli. Proverà nuovamente a giocarsi la finalissima l’azzurra paralimpica Maria Andrea Virgilio, lo scorso anno superata in finale dalla Ret, ma ci saranno anche altre contendenti per il tricolore, tutte Nazionali: tra le altre Marcella Tonioli, Anastasia Anastasio e le titolari con Virgilio ai Mondiali Para-Archery Eleonora Sarti e Giulia Pesci. Nel maschile occhi puntati sugli azzurri Federico Pagnoni, Viviano Mior, Elia Fregnan e Valerio Della Stua, oltre che sui paralimpici Alberto Simonelli, Matteo Bonacina e Paolo Cancelli.

Nella prova a squadra i campioni uscenti, nel femminile, maschile e mixed team arco olimpico sono i capitolini Arcieri Torrevecchia, oro nel 2018 anche nel compound femminile. Nel compound maschile i campioni uscenti sono invece i siculi della PAMA Archery Milazzo, mentre nel mixed team si sono imposti lo scorso anno i piemontesi Arcieri delle Alpi.

I CAMPIONATI 

Ai Campionati Italiani di Tiro alla Targa all’aperto, si tira su distanze variabili in base alle divisioni (Arco Olimpico e Arco Compound) e alle diverse classi:  Seniores Maschile e Femminile,  Master M-F, Junior M-F,  Allievi M-F e Ragazzi M-F.

I Campionati Italiani per le classi Ragazzi ed Allievi, Maschili e Femminili si svolgeranno con la formula della gara 60m (72 frecce a 60 metri) per gli Allievi e 40m per i Ragazzi (72 frecce a 40 metri) della divisione Arco Olimpico e del 50m Compound Round (72 frecce a 50m) per la Divisione Compound.

I Campionati Italiani per le classi Seniores, Juniores e Master, Maschili e Femminili si svolgeranno con la formula della gara 70m (72 frecce a 70 metri) per la divisione Arco Olimpico (o Ricurvo) e con la formula del 50m Compound Round (72 frecce a 50 metri) per la divisione Compound. Al termine delle 72 frecce di qualifica, che determinano anche la griglia degli scontri diretti per i tricolori assoluti, verranno quindi assegnati i titoli italiani di classe. I match a scontro diretto per i titoli assoluti si svolgono con il set system per l’arco olimpico alla distanza di 70 metri su bersagli da 122 centimetri, mentre le sfide del compound si svolgono con i punteggi cumulativi su bersagli da 80 cm posizionati a 50 metri.

COPERTURA MEDIA 

I Tricolori verranno seguiti interamente in diretta streaming da YouArco, il canale ufficiale della Fitarco sulla piattaforma youtube e una sintesi delle finali di domenica verrà trasmessa da Rai Sport. I risultati della competizione saranno aggiornati minuto per minuto attraverso il sito ianseo.net e un’intera pagina del sito federale verrà dedicata alla manifestazione con news e tutti i link utili ai media. La manifestazione avrà ampio risalto anche sui canali social federali (Facebook, Twitter, Instagram)

Commenta con Facebook