L’anziano tolmezzino ritrovato a Venezia ricoverato in Ospedale

È stato ritrovato vivo, anche se in gravi condizioni, Cesare Capelli, l’ottantaseienne di Tolmezzo che era scomparso lunedì sera. L’anziano è stato ripescato dalle acque di un canale nel sestiere di Canareggio nella notte di mercoledì su segnalazione di un cittadino che aveva scorto il corpo galleggiare. Soccorso dal personale sanitario del Suem 118 e dalla Polizia, è stato recuperato in grave stato di ipotermia e trasferito quindi d’urgenza all’Ospedale dell’Angelo di Mestre per le cure. Al suo capezzale i familiari che sono stati raggiunti dalla notizia nella mattinata di ieri. Ma rimane il giallo su come sia giunto sino nella città lagunare e proprio su questo si stanno concentrando le indagini dei carabinieri del capoluogo carnico. Potrebbe aver richiesto un passaggio a qualcuno oppure essersi spostato con i mezzi pubblici tra pullman e treni, e una volta arrivato a Venezia, forse scivolato in acqua.

La richiesta di aiuto era partita dai parenti nella giornata di lunedì, quando Capelli era uscito di casa alle 10.30 per andare al mercato e poi non era più rientrato. Era stato immediatamente attivato il piano provinciale di ricerca delle persone scomparse con le ricerche che si sono concentrate a Tolmezzo grazie all’impegno di una quarantina di persone tra Vigili del Fuoco del Saf fluviale del comando provinciale di Udine che hanno ispezionato i vari corsi d’acqua della zona con l’ausilio di cannotti e tute mentre da terra hanno perlustrato boschi e sentieri il personale del Soccorso Alpino e della protezione civile, anche con l’ausilio di un elicottero.

Commenta con Facebook