Viabilità e banda larga, a Lauco il sindaco Dionisio “pressa” l’assessore Pizzimenti

Alla presenza degli Assessori comunali e di alcuni Consiglieri di maggioranza, il Sindaco Olivo Dionisio ha accolto in sala consiliare l’Assessore Regionale Graziano Pizzimenti, con deleghe alle Infrastrutture e Territorio.

Dopo aver presentato il territorio comunale, il Sindaco ne ha sottolineato la notevole estensione e la conformazione geomorfologica, particolarmente fragile, che richiede interventi costanti ed onerosi di manutenzione a favore dell’estesa rete viaria comunale, lunga ben 30 km. complessivi, nonché la necessità di monitorare le infrastrutture interpoderali e quelle di accesso al patrimonio boschivo comunale.

Dionisio ha sottoposto quindi all’Assessore Pizzimenti l’annosa questione della strada intervalliva che dal Capoluogo sale verso le frazioni di Allegnidis, Vinaio ed infine Buttea per scendere verso Fusea e giungere quindi a Caneva di Tolmezzo. Il Sindaco Dionisio ha informato l’Assessore che, con l’allora Sindaco di Tolmezzo Dario Zeario, era stata fatta richiesta alla Provincia di reinserire la suddetta strada nel Piano Provinciale della Viabilità, per le motivazioni di seguito brevemente riportate:

1. la strada in questione collega tra loro due strade allora provinciali ora regionali, vale a dire la strada Villa Santina – Lauco e la strada Tolmezzo – Casanova – Terzo;

2. tale strada riveste particolare importanza ai fini del collegamento tra i territori dei comuni di Lauco e Tolmezzo, sia per le comunità residenti che per i numerosi turisti che la percorrono, attratti dagli splendidi ambienti naturali che la stessa attraversa;

3. le notevoli onerosità finanziarie ed incombenze operative che la gestione delle infrastrutture viarie comportano, soprattutto se si tratta di strade montane come quella in argomento, pone un notevole difficoltà gli enti locali, causa le scarse risorse, economiche ed umane, a disposizione.

Dionisio ha ricordato ancora che la strada intervalliva Lauco-Vinaio-Buttea-Fusea-Casanova era stata inserita nel Piano Provinciale della Viabilità approvato nel 2002 mentre nel successivo Piano del 2013 essa non appariva più; la provincializzazione di detta viabilità era stata oggetto di numerosi incontri con i vertici politici della Provincia ed altresì con quelli della Regione, che avevano ventilato l’impegno di finanziare l’ente provinciale per i necessari interventi manutentivi.

Purtroppo, nonostante gli incontri e le pressanti richieste congiunte dei due Sindaci, ciò non è accaduto a causa della soppressione delle Province, per cui Dionisio chiede all’Assessore di intervenire affinché la Regione si prenda in carico la viabilità in questione, sollevando gli Enti locali dalle immaginabili incombenze che essa comporta.

Oltre alla suddetta strada, il Primo Cittadino si è soffermato su ulteriori due tronchi stradali: la strada comunale che dalla frazione di Avaglio scende a Trava per poi congiursi con la SR 355 tra Villa Santina ed Ovaro, e l’altra che collega la frazione di Vinaio alla località di Val di Lauco per poi proseguire e raggiungere il monte Zoncolan.

L’incontro è proseguito parlando dell’importante progetto, totalmente a carico della società Open Fibre con l’ulizzo di risorse statali e regionali, di collegare alla banda ultra larga le abitazioni, gli uffici comunali e le imprese del territorio comunale. I lavori sono già iniziati e dovrebbero terminare entro il 2020, con un investimento complessivo di € 450.000. Rimane da risolvere il problema del collegamento di loc. Trischiamp, dopo Val di Lauco, che non è previsto nel progetto; il Sindaco sottolinea che i residenti sono titolari di un’azienda informatica ed avrebbero notevoli vantaggi dall’utilizzo della fibra ottica, quindi meriterebbero un interessamento da parte delle istituzioni regionali.

Il Sindaco ha salutato quindi l’Assessore Pizzimenti ringraziandolo per la disponibilità dimostrata ed auspicando lo sviluppo di un positivo e fruttuoso rapporto di collaborazione con l’Amministrazione Regionale.

Commenta con Facebook