In Consiglio regionale la mostra “MUSE’S – di.segni del tempo” con i volti degli anziani di Paularo

Diciotto volti, in primissimo piano, di anziani – uomini e donne – di Paularo, ritratti nelle loro case, sono i protagonisti della mostra “MUSE’S – di.segni del tempo” che negli spazi del Consiglio regionale a Trieste, fino al 18 gennaio 2019, espone le opere di alcuni fotografi che per passione hanno dato vita alla Paularo Photo Lab Association. A ogni volto, racchiuso in una cornice di legno grezzo, il compito di rappresentare un’emozione, un sentimento, un’idea: grinta, eleganza, esperienza, fragilità, tradizione.

L’esposizione è stata inaugurata oggi dal vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Mazzolini insieme con il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e l’assessore alla Cultura, Tiziana Gibelli, presenti numerosi consiglieri regionali.

Una mostra che conferma l’importante apertura del Consiglio regionale al territorio e ai cittadini per promuovere e dare visibilità a talenti, creatività, esperienze che nascono nelle nostre comunità – ha sottolineato il presidente Fedriga mentre l’assessore Gibelli ha ricordato quanto la fotografia abbia raggiunto livelli alti nell’arte di fotografi e fotografe quali ad esempio la carnica Ulderica Da Pozzo: agli autori delle fotografie ha augurato di raccoglierne l’eredità e di continuare nell’alveo di una ricca tradizione.

Una mostra di particolare valore – ha sottolineato Mazzolini che ha evidenziato i riscontri già registrati da queste fotografie anche a livello nazionale. Il vicepresidente del Consiglio si è anche soffermato sulle prospettive che da questo progetto, realizzato nell’ambito del territorio di Paularo, si aprono per un lavoro che sarà dedicato ad anziani emigrati nel mondo, coinvolgendo i Fogolars Furlans, per raccogliere oltre alle immagini dei protagonisti anche le loro testimonianze sul Friuli che hanno lasciato.

Queste foto sono un omaggio ai nostri anziani – hanno spiegato Leonardo Bonanni, curatore della mostra, e Dylan Fabiani, uno degli autori e portavoce del gruppo dei sette fotografi che hanno realizzato i ritratti. Questi volti, con i loro segni, sono veri e propri libri scritti dal tempo, aperti alla lettura di chi è disposto a guardarli con gli occhi e con il cuore. Portare gli anziani in Consiglio regionale ha anche il valore di un monito alla responsabilità.

Autori delle foto – oltre a Dylan Fabiani – sono Federico Gallo, Alessandro Baschiera, Maria Vittoria Revelant, Rossella Biscardi, Arianna Cescutti ed Ennio Ferigo; la Paularo Photo Lab Association riunisce una cinquantina di appassionati di fotografia, giovani e meno giovani, in un arco di età che va dai 26 ai 62 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *