Impianti sciistici del Friuli ai raggi X del Noe dei Carabinieri

Nell’ambito di una mirata serie di controlli ambientali i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Udine, hanno effettuato delle ispezioni presso i comprensori sciistici della Regione Friuli Venezia Giulia e, nello specifico, presso i siti di Piancavallo, Tarvisio, Forni di Sopra, Sella Neva, Ravascletto – Zoncolan, tutti gestiti dalla Società “Promoturismo FVG”.
In particolare i militari hanno accertato che la neve artificiale, sparata sulle piste da sci dei diversi comprensori, non contiene sostanze vietate, quali solventi o additivi per la produzione della stessa.
Questi controlli in Regione rientrano in un servizio di più ampio raggio che ha interessato i comprensori sciistici di tutto l’arco Alpino. L’operazione è stata richiesta al fine di escludere l’impiego di prodotti, batteri o altre sostanze, volti ad ottimizzare la temperatura di congelamento dell’acqua e favorire la tenuta della neve programmata.
I controlli non hanno, fortunatamente, evidenziato l’utilizzo di sostanze vietate ma l’utilizzo, invece, di tecnologie sempre più avanzate che fanno sì che la neve artificiale venga prodotta con il solo utilizzo di acqua e aria debitamente miscelate negli appositi “cannoni”.