Gli artigiani pensionati: «Troppe criticità nella sanità, andremo in Regione»

Liste d’attesa, criticità nei punti di Pronto soccorso ospedalieri e per la medicina territoriale con carenza di medici di medicina generale: sono queste le tre criticità che continuano a persistere nel sistema sanitario Fvg nell’analisi che l’Anap, l’Associazione regionale degli artigiani autonomi, ha effettuato nel corso del suo ultimo direttivo, decidendo di attivarsi presso la Regione, insieme alle altre associazioni di categoria che compongono il Cupla, il Coordinamento unitario pensionati lavoratori autonomi del Friuli Venezia Giulia, presieduto da Pierino Chiandussi (nella foto).

«La situazione purtroppo continua a essere assai critica su tutti tre questi fronti. Quasi ogni giorno ci giungono segnalazioni dai nostri iscritti – afferma Chiandussi, che è anche presidente dell’Anap Fvg -. Abbiamo più volte evidenziato le problematicità e ci siamo messi a disposizione delle istituzioni per un’interlocuzione collaborativa. Ora dobbiamo nuovamente tornare in campo per evidenziare il crescente disagio, in particolare tra le persone anziane e sole, quelle cioè che hanno più bisogno delle strutture e dei servizi sia territoriali che ospedalieri».

Per questo, aggiunge, «abbiamo deciso di attivarci insieme alle altre associazioni di rappresentanza dei pensionati autonomi, al fine di portare la voce del territorio direttamente in Regione e presso tutte le istituzioni che possono contribuire a trovare soluzioni a una situazione davvero complessa e che ci preoccupa», conclude Chiandussi.