Facchin a Craighero: «Collabori anche lui con il prossimo evento della Pro Loco»

Nei giorni scorsi l’ex assessore comunale di Tolmezzo Marco Craighero aveva chiesto a Emanuele Facchin di non utilizzare il suo ruolo di presidente della Pro Loco a fini politici in vista delle prossime elezioni amministrative. Ecco la risposta di Facchin.

Scopro che il già assessore Craighero è soddisfatto del mio operato come presidente della Pro Loco e ne sono sinceramente lieto: in verità aveva avuto modo di dirmelo anche di persona. Spero però non si senta tradito dalla mia libertà di pensiero e di movimento dal momento che ho deciso di candidarmi in un progetto diverso dal suo, ritengo infatti sia più che legittimo fare del volontariato e al contempo avere un’opinione politica e agire conformemente ad essa. Lo ringrazio però perché, come dice giustamente, mi ha chiesto lui di diventare presidente della Pro Loco e lo ringrazio perché in tale funzione ho potuto scoprire che con pochi soldi, tanto impegno e collaborando con tutti, si può fare molto per il territorio.  Ed è per questo che non trovo nulla da obbiettare quando il suo circolo Pd afferma che collaboro con il centro destra che partecipa al progetto di centro, perché ritengo che soprattutto in questo momento di difficoltà collettiva, sia necessario collaborare con tutti per il bene di Tolmezzo, in questo senso mi piace ricordare una fotografia (CLICCA QUI PER VISUALIZZARLA) di solo pochi mesi fa, che documenta l’innegabile spirito trasversale del mio operato. Verrebbe da chiedersi cosa sia successo in pochi mesi per rovinare tutto questo. Se però ha paura che io cerchi la visibilità personale nei prossimi eventi della Pro loco, la soluzione è molto semplice: lo invito a contribuire personalmente nell’organizzazione e nella gestione del prossimo evento che con tutta probabilità si terrà ad aprile, e invito anche i suoi sodali che in questo periodo hanno del tempo libero essendosi sgravati dagli impegni di governo del Comune. Ogni aiuto è utile e più che gradito. Invito anche chiunque si candiderà per le prossime comunali a fare altrettanto, diamo la dimostrazione che sappiamo lavorare assieme per il bene di Tolmezzo. 

Mi soffermo infine sulla necessità di programmare il futuro della Carnia dando la mia disponibilità a qualunque ragionamento e confronto. Il tema mi preme particolarmente dal momento che vivo, lavoro e faccio cultura in questo territorio. Inoltre il tema è di stringente attualità alla luce del disegno di legge appena approvato dal Governo relativo alle “Disposizioni per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone montane” (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ)

Ritengo però che ogni ”guardare avanti” che si rispetti, non può che partire da un’analisi di quello che è stato fatto, e in quello che è stato fatto c’è anche l’operato di Criaghero come assessore alla cultura degli ultimi 7 anni e mezzo. E questa non è dietrologia politicistica o tattica, è semplice buon senso.

EMANUELE FACCHIN